E’ iniziato il venti undici (o due zero uno uno che dir si voglia)!

Gente, son sincero. Avrei tantissima voglia di scrivere un post lungo e appassionato come quello del 2009. Perché il 2010 è stato bellissimo, e forse definirlo così è persino riduttivo.

Tra il ritrovarsi – a Gennaio – a viver soli nella propria casa (mi chiedo sempre a quanti capiti nella vita!), alla laurea, alla gioia dell’ultimo esame o – ancora meglio – all’euforia del penultimo (agognato!), alla felicità dei due esami d’abilitazione, all’aver messo piede in azienda prima per il tirocinio e poi con una favolosa promessa d’assunzione, alla mia estate in giro per il Veneto (Treviso, Mestre, Venezia…) all’incredibile ed inarrestabile serie di viaggi Milano-Palermo che non mi facevano mai conservare la valigia, al trecentosessantacinquesimo giorno in cui ho festeggiato ancora a Venezia o alla mia prima trasferta lavorativa a Teramo le cose belle da raccontare sarebbero così tante che potrei scriverne per giorni.

Però il 2011 sta partendo con una fretta ancora più grande e così non posso dilungarmi ma devo correre a letto. Questi tre giorni sono stati rilassantissimi ma domani è lunedì e chi ha orecchie per intendere… intenderà! 🙂

Posso comunque annunciarvi che i prossimi mesi porteranno altre novità che sono già in cantiere e la cosa più bella di questi ultimi anni è proprio questa: Dio mi sta regalando un’avventura dietro l’altra… alla stregua di Big fish, un film che ho nel sangue (e che – son convinto – dovreste vedere per comprendermi meglio).

Ah, stasera a Messa il canto finale è stato un canto scout che amo tanto. E’ partito automaticamente un brivido lungo la schiena perché lo scoutismo è qualcosa che da Agosto è in pausa ma che mi manca terribilmente.

Bene, scappo!

Emanuele

6 commenti » Scrivi un commento

    • Grazie CyberAngel, tanti auguri anche a te! 🙂
      La canzone era “Le ombre si distendono”, inno della Giornata mondiale della Gioventù del 1984!
      Ciao,
      Emanuele

  1. WOWWWWWW!!! Posso dire di amarti sempre di piùùùù… :love:
    “Le ombre si distendono, scende ormai la seraaaa e si allontanano dietro i monti i riflessi di un giorno che non finirà…. RIT. Resta qui con nooooi, il sole scende già, resta qui con nooooi Signore è sera ormaaaai.”

    Cavoli non sapevo che tra l’altro è dello stesso anno della mia nascita. Aggiudicato: mia canzone ufficiale!

    • Oh! Piano a dire di amare un altro uomo che io per ora esco di casa guardandomi a destra e sinistra! Dovrei persino scriverci un post… Milano è molto più aperta mentalmente di Palermo nei confronti degli omosessuali e girano liberi e senza nascondersi come è giusto che sia ma… cavoli, sembra quasi che alcuni siano “in calore” come certe donzelle! :timid:
      Mi basta se mi apprezzi, mi stimi o condividi ciò che scrivo! 😛
      Comunque yes, è proprio bella. 🙂
      Ciao,
      Emanuele

    • Eh… nessun problema se lo fossi stato ma per ora sono seriamente scosso dalla libertà con cui girano qui. A Palermo, mi rendo conto, vivono nascosti sottoterra in proporzione!
      Ciao,
      Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.