E sto tranquillo manco fosse una domenica mattina.

La settimana scorsa penso di aver finalmente visto Fabiana col suo ragazzo.

Ho voluto prendermi una settimana di tempo… sebbene queste parole volevo scriverle già mezz’ora dopo averli visti insieme.

Ho voluto darmi tempo, per osservare il mio umore, proprio come feci tempo fa.

E’ facile infatti cadere nella trappola malefica dell’euforia del momento. Volevo esser sicuro che ciò che adesso scrivo fosse realmente ciò che è dentro di me.

Beh. Averli visti insieme non m’ha cambiato di una virgola.

Anzi, non so perché… mi ha anche fatto piacere. L’ho vista sorridere e questo m’è piaciuto. 🙂

Se non fosse stato che andavo di fretta ad una lezione, mi stavo quasi fermando per salutarli (quel “quasi” non è li a caso però… ma ne parliamo un’altra volta magari!). Boh, sarà che c’ho davvero un cuore di panna… e che è vero che a chi ho voluto bene continuerò a volerne… ma mi ha fatto davvero un enorme piacere vederla sorridere.

C’erano tante ragioni che in questi mesi mi facevano dubitare che sorridesse dentro. Eppure il sorriso che le ho visto in faccia, mi è sembrato spensierato. Credo di conoscerla abbastanza e so riconoscere certe cose: l’ho vista crescere! 🙂

Quella scena mi regalato tanto dentro. E’ strano… quello che tempo fa credevo sarebbe stato un pugno, adesso sembra quasi un sollievo per il cuore. Una carezza interiore.

Le ho sempre voluto un enorme bene sincero e adesso non posso prendermi in giro o non ammettere che sia ancora così.

In questi mesi, appositamente, ho evitato di scrivere sul blog tante e tante cose che ancora non avevo chiare. Non di me, di lei.

Non volevo diventare causa di giornate storte per lei. Ho tenuto per me tutti i dubbi che nutro… e li ho lasciati sfogare nell’aria e negli impegni delle mie giornate. Continuo ancora a far così a dir la verità.

E’ assurdo come ragionamento in fin dei conti. E’ lei la persona che ha nuovamente trovato qualcuno e che ha iniziato a costruire qualcosa. Eppure, non so perché ma io in questo periodo mi sento fortunato il doppio. Non è altezzosità, è che, sento qualcosa dentro che sta maturando e non so ancora descrivere.

Un annetto fa scrissi “come se, io dovessi mostrar di me, quello che non sono ancora stato mai…”. Sono queste le parole esatte di ciò che ho dentro e dopo 12 mesi tutto ciò sta divenendo concretezza nelle mie giornate. :joy:

Vederla sorridere è stato realmente un sollievo. Si vede che anche se dovesse avere dell’altro dentro (che, sono convinto ci sia, ma tralasciamo…), il sorriso non le manca. E’ giusto vivere sempre con quello. E’ il mio migliore amico, vorrei che fosse anche il suo.

E io… io sono felice, come lo ero in quel momento.

Sono felice perché finalmente… “la felicità è parte di me”. Non dipendo più da nessuno ed è per questo che tutte le mie giornate scorrono serene, al massimo possono essere più o meno stancanti.

Sono felice ed orgoglioso di me, perché ho raggiunto questo traguardo con le mie forze, con tanto impegno e credendoci fino in fondo.

Sono felice perché ho fatto mie tutte le cose che ho scritto e riscritto da queste parti.

Un mio amico mi ha detto che sto così perché ho realmente chiuso un capitolo della mia vita. Probabilmente ha ragione. L’ho chiuso e l’ho fatto senza dover necessariamente buttarmi altrove per ripartire.

C’è tanto dentro me. Ci sono tante qualità che in momenti come questi, mi fanno sentire veramente SuperMan-u. 🙂

Guardate Big Fish per avere una minima idea di come cammini per strada in questo periodo. Mi sento uno degli uomini più fortunati del mondo! :joy:

E per il futuro, ho ancora tanti sogni… e so già che realizzerò anche quelli. Mi piace mettere in grassetto quelle due parole. E’ una assurda consapevolezza.

E’ forse anche per questo che sono stato felice di vederla sorridere. E’ come se sentissi dentro un futuro così bello per me che quasi mi dispiaceva che per lei potesse non essere uguale.

Non so davvero cosa mi stia succedendo. Sono sempre più sorpreso di ciò che sono e sto diventando. Quasi non mi riconosco più.

Non ho incontrato nessuna cartomante che m’ha svelato il futuro. Non ho trovato nessuna sfera di cristallo in qualche angolo sperduto di casa mia.

Eppure lo sento: sarà una vita felice. Ho un ottimismo che non so realmente spiegarmi. Sono sempre felice di tutto ciò che ho o che vivo.

Riesco realmente a godere delle cose che non ho. Nella mia mente, sono una fortuna anch’esse! :joy:

Sento questo ottimismo forte dentro me, come se pulsasse dentro tentando fisicamente di rompere le costole per uscir fuori.

Penso che Dio mi stia facendo un regalo enorme. Chissà perché stia facendo tutto ciò, chissà a cosa mi sta preparando.

E io, pieno di gioia e serenità, continuerò ad andare avanti nelle mie giornate.

Tanto non esco più solo da tempo. Sono sempre col mio sorriso 🙂

Emanuele

6 commenti » Scrivi un commento

  1. Complimenti…
    Mi sembra di aver anche capito che il nuovo fidanzato della tua ex sia il tuo migliore amico…
    Stai dando una buona prova di maturità, sembri una persona decisa, che sa quello che vuole.
    SuperMan-u continua così, vai alla grande.
    Ti auguro una vita felice…
    🙂

  2. Si vede che non hai capito un cavolo. 😮
    Non è il mio migliore amico, non c’ho mai parlato e non lo conosco minimamente.
    Però, sono realmente felice per lei, non mi piace augurare il male a nessuno.
    Ciao,
    Emanuele

  3. tu scrivi…Quella scena mi regalato tanto dentro. E’ strano… quello che tempo fa credevo sarebbe stato un pugno, adesso sembra quasi un sollievo per il cuore. Una carezza interiore…

    Il sollievo l’ha provato lei no!?!?
    Stare con uno che scrive ogni “cagata” che fa su un blog deve essere una sofferenza, due palle!!!Son contento per lei!

  4. Sono felice anch’io per lei. Ho sempre pensato di non essere abbastanza (ed è proprio per questo che sto lavorando molto su me stesso… più di questo che dovrei fare?!), ma non capisco perché non potevo mettermi a riflettere su ciò che ho provato.
    Infine è peggio Pulcinella o chi lo segue? 🙂
    Vedo che “perdi” tanto tempo da queste parti… 🙄
    Ciao,
    Emanuele

  5. Tanto tempo!? sto leggendo le tue “cazzate” da tre minuti e già ne ho abbastanza credimi.
    La cosa bella è che a te sembra che le legga perchè son ocse interessanti, google fa miracoli, cercando qualcosa mi sei comparso te, che dire, spazzatura che google dovrebbe eliminare.

  6. Giovanni (no tranquillo… è un nome a caso… ;-)), non è meglio se torni a lavorare? So bene come sei arrivato qui. Mi dispiace che dopo tanto tempo ancora non hai avuto voglia di fare una bella chiacchierata (e vieni qui solo cercando di far male…). Io comunque la aspetto e continuerò ad aspettarla… 🙂
    Se ne hai abbastanza, smettila con la pausa e rimettiti a programmare!
    Ciao,
    Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.