La casa dei sogni (e ci vivo dentro).

Io non so perché in questo periodo tutto ciò che ricevo arrivi sempre in grande stile, dal lavoro con un ottimo contratto all’abilitazione che non mi ha preoccupato più del dovuto, tutto sta avanzando con una semplicità ed una naturalezza che non ci si aspetta.

Alcuni mesi fa vi avevo detto di aver lasciato casa… ma non vi avevo raccontato dove sono finito! La casa (ma dovrei dire villa, visto che ha box e giardino posteriore con gli ulivi) che ho in affitto, probabilmente, è il sogno per ogni ingegnere.

Emanuele - relax

All’ingresso c’è un display touch-screen appeso alla parete attraverso cui puoi controllare qualsiasi diavoleria: dal riscaldamento a pavimento per ogni singola stanza (che è una figata visto che puoi camminare scalzo in camera), alla programmazione del doppio (!!) sistema d’allarme, all’apertura o chiusura automatica delle finestre (scena da film: due click e chiudi tutto…). Tutto il sistema ovviamente si può controllare anche telefonicamente… chissà ti vien voglia di aprire qualche finestra prima di arrivare a casa. 😮

In salotto, accanto al giradischi, c’è una tv al plasma (che credevo avrei visto solo nei centri commerciali in vita mia) da oltre 40 pollici e in bagno la doccia con idromassaggio, radio e cromoterapia (in pratica puoi scegliere di quali sfumature di colore inondare il box doccia…). Ecco, questa cosa della cromoterapia è magnifica, puoi selezionare colori sull’azzurro o verde la sera quando vuoi rilassarti o sul giallo la mattina per svegliarti…

Poi, come se non bastasse neanche l’aspirapolvere è normale! In ogni piano, c’è un buchino nel muro del corridoio, tu attacchi il tubo lì e parte una aspirapolvere in cantina che tira tutto giù senza che doverti trascinarti dietro alcun macchinario… 🙄

All’esterno poi c’è l’impianto di irrigazione automatico (coi sensori per non attivarsi quando piove) e le luci che si accendono e spengono al tuo passaggio. Per concludere, neanche le pareti sono normali! La casa è ricoperta di quarzite che coi raggi solari risulta particolarmente brillante!

Insomma, io so che quest’inizio scintillante anche da questo punto di vista avrà un peso non indifferente un giorno: quando dovremo cambiar casa sarà dura ritrovare qualcosa che le assomigli… intanto ho gli amici che, a turno, si stan proponendo per venirmi a trovare: tra qualche mese sarà stupendo poter sfruttare il giardino (e il barbecue) a dovere e forse già questo weekend…! 🙂

Emanuele

PS: ovviamente in mansarda (tetto con travi a vista), non poteva mancare una vasca con l’idromassaggio che non ho ancora provato. 🙄

27 commenti » Scrivi un commento

  1. :dogarf:

    ma esistono davvero? 😮 … ma quanto ti costa una casa del genere? no perchè ci si attrezza eh :joy:

    • Emanuele, esistono… esistono! La casa vale quasi mezzo milione di euro… 😛 (io però sono un semplice inquilino… :-|).
      Valentina, sono ovunque! Non ti do tregua! Vedrai che tra un po’ anche quando non cerchi nulla ti spunta il mio blog davanti! 😛
      Ale, la foto risale a quando siam tornati dal concerto dei Virginiana Miller… dovevi ricordarmelo quella notte!
      Ciao,
      Emanuele

    • SuperDelly, domenica è in programma un barbecue in giardino! Se vuoi cerca un posto sul frecciarossa. 🙂
      marianna… ma si, mi sento davvero fortunato e la casa è “arrivata a me” più che il contrario, è incredibile questo periodo, lo dico da tempo! Certamente fa pesare meno tante cose ma sono più che convinto che non sia questo a dar “la felicità”!
      Ciao,
      Emanuele

  2. Complimenti per la casetta, non male la domotica, peccato i costi. Ci avevo pensato per una frazione di secondo quando ho preso casa, ma i costi mi hanno fatto desistere.

  3. Non male la domotica soprattutto perché il sistema è stato implementato dal padrone di casa. Lavorando nell’automazione il passo con la domotica è molto breve, poi certo, basta che cominci a comprare quattro sensori e quattro motori ed i costi salgono.
    Ci dovremo fare dire quanto ha speso solo per quello, piuttosto.

  4. Mao, essì, coinquilini di merd*, è proprio il caso di dirlo! 😛
    Comunque non sarà costata poco tutta quella domotica… i sensori e i motori per le finestre costano, non quanto quelli di un cancello automatico però non è poco sicuro. Moltiplica per tutte quelle finestre… in ogni caso non mi dispiacerebbe sistemare casa così un giorno.
    Salvo, non è uno scherzo! E’ incredibilmente vero! 🙂
    Ciao,
    Emanuele

  5. Delle case moderne apprezzo (tantissimo) l’isolamento termico…la maggior parte delle cose che hai elencato invece proprio no 😛

    • Ska, e perché? L’isolamento termico è importantissimo ma anche tutta la tecnologia che ingloba una casa è importante e può far risparmiare: metti la benzina per tornare indietro a controllare se hai chiuso tutto… o la possibilità di aprire le finestre ad orario in modo da ottimizzare l’ingresso della luce solare… forse la doccia con cromoterapia è una comodità “in più” però devo ammettere che l’esperienza doccia è tutta diversa!
      Ciao,
      Emanuele

  6. Le chiusure automatiche per conto mio sono gia’ superflue ma quello e’ il meno ed in effetti i lati positivi ci sono, son la doccia con idromassaggio, radio e cromoterapia piuttosto che il plasma da 40 pollici ad essere inutili per me…ho un altro concetto di relax, molto meno materiale. Poi i muri esterni che brillano…cos’e’, Avatar? per carita’ 😀

    • Ahi, però non potevi cadermi sui muri! Lo strato di quarzite a quanto pare oltre ad abbellire le pareti serve per impermeabilizzare ulteriormente le pareti! Riguardo plasma e idromassaggio ti do ragione… neanche per me il concetto di relax è quello ma una volta che li trovo a casa che faccio? Mi lavo a pezzi nel lavandino? 😛
      Ciao,
      Emanuele

  7. A beh se ha una funzione oltre al brillare ci sta, non l’avevi specificato…pero’ questo non toglie che mi vergognerei ad avere una casa che brilla 😀

    Comunque ne ho anche contro i lavandini moderni, almeno tutti quelli che ho provato sono di una scomodita’ tremenda 😮 (penseranno che sono inutili perche’ tanto vale farsi la doccia superaccessoriata?)

  8. Pingback: Il brutto vizio delle belle domeniche. - …time is what you make of it…

  9. Direi che solo a Bill (Gates) avevo sentito descrivere una casa così 😛
    Che sogno!!!
    Io vivo con molto meno, ma se potessi permettermelo, mi piacerebbe investire in una casa così 🙂

  10. Ti odio!…tu, i vantaggi dell’essere ingegnere/secchione e il tuo momento di “culo cosmico”!
    oh!

    ps:scheeeeerzo..però se dovessi capitare dalle tue parti dovrai fare gli onori di casa.

    • Basta una telefonata e riscaldo la vasca dell’idromassaggio, tranquilla! 😛
      Ciao,
      Emanuele
      PS: (così poi ti ricevo tipo i papponi dei telefilm immersi in una vasca piena di bollicine con lo champagne sul bordo vasca..!). 😎

  11. ma dove l’hai trovata una casa così? 🙂
    Se non sbaglio abiti a Milano, e sto cercando anche io un appartamento carino in zona!

    • Ciao Matteo, in realtà questa casa era fuori Milano, a due passi dalle metro in zona est. Purtroppo alcuni mesi dopo fu venduta e dovetti lasciarla…
      Ciao,
      Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.