Musica da strada.

Me li ha fatti conoscere un amico tempo fa. Li ho messi su un CD e li ho portati in macchina.

I Kings of Leon meritano attenzione. La musica è strana. Introspettiva. Crea un’atmosfera che non saprei classificare.

Il CD “Only by the night” sembra riassumere nel titolo la sua anima. E’ ottima quando incroci delle luci passeggere, quando ti confondi tra i fari di auto che passano veloci. Quando sei nel silenzio della tua auto e tutto ciò che senti sono i pneumatici che rotolano spediti.

Quando anche tu sei una macchia tra tante altre. Quando non è importante la direzione ma la velocità di crociera, non sostenuta ma – sicuramente – non troppo rilassata.

Mi sono abituato ad ascoltarli quando la sera torno a casa da una uscita con gli amici o quando mi capita di fare – in notturna – la visitina (una volta a settimana) al distributore di metano…

Ascoltateli e fatemi sapere che ne pensate.

Emanuele

PS: vale la pena ascoltare Closer, Notion, Revelry, Be Somebody, Cold desert, I want you.

3 commenti » Scrivi un commento

  1. Bravo, ottima scoperta. Incredibile che in Italia non abbiano ottenuto il successo che hanno avuto all’estero.

    • Mi fa piacere che li conosci. Non so perché ma pensavo a te mentre scrivevo il post. Sarà che secondo me vanno bene col clima milanese… e ascoltati in auto con la nebbiolina saranno ancora più affascinanti!
      Ciao,
      Emanuele

  2. Pingback: Musica da camera (la sera). - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.