Acquario: inserimento legni e rocce.

Una delle cose che ancora mancava nel mio acquario, era qualche legno d’arredamento.

Vicino alla base del campo scout da cui sono tornato una settimana fa, scorreva un piccolo ruscello d’acqua dolce, così ho colto l’occasione per prendere una pietra (purtroppo non potevo sbizzarrirmi con la scelta, sia per mancanza di tempo, sia perché ho dovuto metterla nello zaino… :-|) ed un paio di ceppi di legno.

Mi ero già documentato circa l’inserimento di legni nell’acquario, ed ho proceduto con quest’ordine:

  1. Ho lasciato immersi in un secchio pieno d’acqua, per cinque giorni, i legni e la pietra.
  2. Ho tolto la corteccia del legno, che essendo “morbida”, col tempo si sarebbe distrutta dentro l’acquario.
  3. Ho effettuato alcuni cambi d’acqua, cercando di pulire nel migliore dei modi il legno e liberarlo da ogni residuo di terra.
  4. Ho messo nuovamente tutto a bagno aggiungendo del bicarbonato di sodio.
  5. Ho sciacquato i legni e li ho lasciati, per due volte, in acqua bollente (non della caldaia, ma acqua fatta bollire in un pentolone).
  6. Con uno spazzolino ho grattato via gli ultimi residui dalla superficie del legno.

Fatto questo, ho colto l’occasione del cambio d’acqua per inserire i ceppi in maniera carina ed ho riempito nuovamente l’acquario con acqua d’osmosi.

Una delle difficoltà da affrontare, non avendo comprato i legni in un negozio (mi sembra una pazzia pagare del legno 30€… è un hobby ma non va dimenticato il valore dei soldi!) è quello di fissare al fondo dell’acquario i legni che tendono a galleggiare. Anche qui, basta un po’ di fantasia. C’è chi consiglia l’uso del nylon, io ho provato a bloccare tutto sfruttando il peso delle pietre e l’ancoraggio delle piante…

Ho letto in giro che l’acqua potrebbe diventare giallastra per qualche settimana e che per combattere questo effetto si possono inserire dei carboni attivi. In ogni caso, tendendo a svanire, se non si ha fretta, si può lasciar fare al tempo.

Contestualmente al cambio d’acqua, ho versato 10ml di Nitrivec ed inserito 2 compresse di Flore Plus per le piantine.

Emanuele

1 commento » Scrivi un commento

  1. Pingback: Giocando col mio acquario. - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.