Mistya: un blog(ger) misterioso.

Qualche giorno fa, con il primo video-post, avevo promesso una recensione al visitatore “con l’orecchio più fine”. Il più bravo il più tenace, alla fine, si è dimostrato Mistya che ha indovinato 7 canzoni su 8.

A dir la verità, quando ho lanciato la sfida non avevo pensato che avrebbe potuto partecipare un blogger che non conoscevo… così questa recensione sarà senza dubbio una “prima impressione” su quanto ho letto in questi giorni.

Intanto si è aggiudicato un posto nel mio feedreader…

Iniziando dai contenuti, posso dirvi che Mistya… è un blogger “tutto e niente”, proprio come me. Studia giurisprudenza ma sento puzza di passione per l’informatica.
Utilizza Ubuntu (ed è una gran cosa) ma preferisce spesso parlar d’altro.

Purtroppo, un po’ come il suo nick *misterioso*, tante cose passeggiando sul suo blog rimangono un mistero al visitatore casuale.

Uomo o donna? Mistya mette confusione. E’ uomo (e se ravanate abbastanza, riuscite a trovare anche una foto… in prima pagina…: lo correggerai il link?! ;-)).
E’ calabro e studia a Messina? Oppure è messinese e studia in Calabria? Anche qui… credo che dovrò chiedergli lumi.

Intanto però sembra interessante, non banale… forse però – poco costante.

Non chiederei a nessuno di scrivere 24 post al giorno (uno l’ora?!) però l’ultimo post risale ad oltre una settimana fa, così capire dove sia finito… rimane anch’esso un mistero! 😛

Penso che esser costanti sia una delle chiavi di successo principali. I lettori sanno che troveranno roba nuova da leggere… e sfameranno la loro – modernissima – sete di notizie. 🙂

Passando all’aspetto tecnico (che son sicuro gli interesserà da nerd dichiarato qual è…), è un peccato vedere che la pagina contiene un centinaio di errori di validazione.

Se si vuol “essere amati dai motori di ricerca” (qualcuno ha detto Google?!) è bene che le pagine siano pulite e facili da interpretare. Gli errori senza dubbio non aiutano. Magari tra qualche settimana, un plugin per wordpress che ho in cantiere (tempo permettendo) gli tornerà utile… 😉

Non voglio disquisire sul tema perché, sebbene non mi faccia impazzire, credo che sia una delle parti di un blog che più rispecchia il carattere dell’autore.

Mi dispiace però quell’header forse un po’ troppo grosso e senza un link diretto in homepage.

L’immagine, per coerenza ormai :-P, rinnova ancora quell’aria di mistero che avvolge questo blog ed il suo proprietario. 🙂

Infine i feed troncati… cambiali! I feed servono per rendere più agevole e rapida la lettura dei contenuti. Se mi obblighi a visitare il sito… che vantaggio ne avrò?!

Credo di aver detto tutto… adesso mi farebbe piacere sapere cosa pensi tu del mio blog. E’ stata una sorpresa scoprire che mi leggi in quanto non avevi mai commentato prima.

Come sei finito da queste parti? Cosa ti ha spinto ad abbonarti al feed?

Ehm, quasi quasi quest’ultima domanda la ripropongo a tutti quanti. 😉

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

6 commenti » Scrivi un commento

  1. hmmm, il momento preciso non te lo so dire, ma credo verso maggio-giugno visto che commentavi spesso da zobbi, mi è venuta la curiosità di visitare il tuo blog, poi mi sono affezionato e sono ritornato parecchie volte…
    la cosa che mi ha spinto a feedarmi sono stata la scrittura pulita che usavi, i discorsi che trattavi e anche lo stile mai pesante :timid:

  2. Pingback: La Giulsss… che strana ragazza! - …time is what you make of it…

  3. Contentissimo di aver guadagnato te tra i miei lettori.
    Diciamo che in effetti il mio blog non è fatto per il “visitatore casuale”. I miei lettori, pochi ma buoni, sono un giusto mix di gente che sbarca da google cercando soluzioni ai loro problemi e persone che conosco nella mia vita “nomade”. mmm.. vabbè.. dai.. provo a sciogliere qualche nodo.

    1. Il link nascosto è errato appositamente. Volevo creare una sorta di Easter Egg.. spero di esserci riuscito.

    2. Sono Locrese e studio a Messina. Come hai capito Giurisprudenza.

    3. Poco costante? Probabilmente perché poco connesso (ho problemi di adsl da un pò di tempo.. anche per questo motivo commento solo ora).

    4. Errori di validazione? Lo ammetto.. ma tranne quando fo siti per le PA generalmente me ne frego del bollino W3c.. preferisco avere codice sporco ma ben letto da tutti i Browser.. ma ora aspetto il tuo plug-in

    4.bis https://web.archive.org/web/20080309044007/http://www.design4food.net:80/

    5. Feed troncati? mmm.. lo sai che non c’ho mai fatto caso? come ho una connessione seria cerco di capire dove ho toccato.

    6. Facciamo che alle tue domande rispondo con un mio post entro questa settimana?! Il mio commento è già troppo lungo 😉

  4. Ah… ecco svelati tanti misteri. Il plugin non risolverà i problemi degli sfaticati… piuttosto tenterà di “esser da monito”. Vedremo cosa esce fuori comunque.
    Aspetto il tuo post… vediamo cos’altro ci racconti… e se ti va fammi sapere pure che pensi di questo blog e perché hai deciso di seguirlo che son curioso! 😛
    Ciao,
    Emanuele

  5. Pingback: Come l’estate piena di luce. - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.