Applausi.

Giorgia è entrata da un po’ di tempo nella fase dell’interazione. Cammina sempre più sicura e inizia a biascicare qualche suono volto ad imitare parole. È stupendo vedere come sia il semplice esercizio a perfezionare, lentamente, la nostra capacità di produrre parole.

Nel suo vocabolario è spuntato molto rapidamente il No. Forse è un suono rapido da imparare o probabilmente è una parola che, per natura, l’uomo vuole utilizzare il prima possibile per rendere esplicita la propria individualità.

Giorgia ancora non dice “sì”. Quando piuttosto è d’accordo con qualcosa, nel suo linguaggio ha scelto di applaudire.

«Giorgia andiamo a mangiare la pappa?» – Applausi

«Giorgia andiamo a giocare nella tua stanza?» – Applausi

«Giorgia, è bravo papà?» – Applausi

E’ così divertente che mi sembra quasi un peccato doverle mostrare che potrà dire semplicemente di sì.

Oggi è il mio compleanno, chi l’avrebbe mai detto che a trentasei anni avrei scoperto un nuovo modo di interpretare un gesto così semplice.

Emanuele

4 commenti » Scrivi un commento

Rispondi a Gioxx Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.