HostingZoom, l’hosting che ti comprende.

La scorsa settimana una pagina del mio blog è stata presa letteralmente d’assalto da mezzo mondo (si tratta di un post con una video-intervista a Younas Fakhra, una donna suicidatasi – ahimé – pochi giorni fa) e con questo post colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente e consigliarvi HostingZoom come fornitore di hosting.

Nel giro di poche ore sono stati consumati i 100GB di banda mensile previsti dal mio piano (il consumo mensile medio del mio blog è sotto i 20GB anche grazie a certe ottimizzazioni) e l’account è stato messo offline per “Bandwidth limit exceeded”. Fin lì, comunque, il server ha retto senza soffrire più di tanto (e il caching delle pagine penso abbia salvato la CPU da un lavoro non indifferente).

Teoricamente, secondo contratto, avrei dovuto attendere l’azzeramento del limite a fine mese ma il supporto di HostingZoom (che è stato in contatto con me anche nel weekend) ha compreso la situazione ed eliminato tale limite prima della sua naturale scadenza. Situazioni come queste ti fanno apprezzare l’azienda di hosting scelta che, col cambio attuale e grazie all’uptime garantito e rimborsato, offre un servizio dall’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Questo post nasce per pura gratitudine, HostingZoom è un’azienda americana, dubito leggerà mai questa pagina ma quando un servizio funziona non vedo perché non farlo conoscere: può servire per aiutare gli utenti a scegliere e per i competitor a comprendere come farsi apprezzare dai propri clienti.

Emanuele

1 commento » Scrivi un commento

  1. E’ bello leggere post come questi. Perché a lamentarci siamo tutti buoni, ma a ringraziare non si trova mai il tempo 🙂

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.