Concedersi all’eternità.

Scritta professione da adulto: Quando ero piccolo da grande volevo diventare un libro.

(Lavagnetta fotografata in libreria).

Non uno scrittore, un libro: perché le persone le si può uccidere come formiche. Anche uno scrittore, non è difficile ucciderlo. Mentre un libro, quand’anche lo si distrugga con metodo, è probabile che un esemplare comunque si salvi e preservi la sua vita di scaffale, una vita eterna, muta, su un ripiano dimenticato in qualche sperduta biblioteca a Reykjavik, Valladolid, Vancouver.

Amos Oz (scrittore israeliano)

Emanuele

10 commenti » Scrivi un commento

  1. Ecco qua, adesso mi sposi.
    E soprattutto questa immensa citazione più foto vanno a finire nella pagina della Libreria Immaginaria.

    Ps
    ANCHE IO VOGLIO ESSERE UN LIBRO! :love:

    • SaraG83, ma tu dici che san leggere quelli? Ora vogliono uscire dall’Europa… e io mi chiedo perché non gli venga consentito. Un giorno, scommetto, litigheranno persino con se stessi… e lì ci sarà da ridere! 🙂
      SuperDelly, mi spiace ma l’accento romano è pesantissimo da sopportare alla lunga!
      Ciao,
      Emanuele

  2. Ah, già! Magari i libri li han levati dalle biblioteche perché non li capivano. Non è un’ipotesi tanto remota, in fin dei conti …

  3. Cioè…dopo una giornataccia è stato un piacere passare (per caso) qui!
    Detto ciò..ti frego la frase e me ne vado :dogarf:

    ps: W VANITY FAIR!!muauauaua

    • Non lo giudico dalla copertina, però il nome dice già tutto ed è l’esatto opposto delle cose che mi interessano! 🙂
      Ciao,
      Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.