Una notte da scartare, come un pacco di Natale…

Oggi pomeriggio sono andato a cambiare una camicia da Celio* in bicicletta e dire che stavo rischiando di perdere i mignoli è poco: la sciarpa e il cappello di lana facevano il loro dovere ma ero senza guanti!

Milano - Decorazioni natalizie

Comunque, questi giorni son proprio volati. Mi son persino dimenticato di dirvi che dal giorno della trasferta sono stato in vacanza (chiamarle ferie mi suona strano che non mi sono ancora abituato all’idea d’essere un lavoratore…) e lo sarò ancora per qualche giorno.

Questi giorni però non sono rimasto a poltrire (o meglio, ho anche poltrito… mamma che strano ‘sto verbo: io poltrisco, tu poltrisci egli poltergeist…) ed ho dipinto da cima a fondo la cantina (che secondo me i vecchi proprietari c’avevano squartato un vitello o nascosto un cadavere per com’era combinata), sistemato un lampadario, dato un ritocchino ad una parete con stucco e colore… insomma, oggi andarmi a fare quel giretto è stato piacevolissimissimo. 🙂

Però non finisce qui! Questo 2010 scoppiettante, spumeggiante, strabiliante, s… s… (no, mi sa che i sinonimi che iniziano con la s li ho esauriti!) è stato caratterizzato da una costante chiarissima: il mio vagare per l’Italia senza potermi mai sentire a casa.

E così, per concludere in bellezza, domani mattina prendo il primo treno per Venezia e passerò la notte dell’ultimo giorno dell’anno tra le gondole! :joy:

Un regalo bellissimo, un invito degli ultimi giorni di mia sorella (che è lì da dopo Natale…) e… come potevo dir di no?! 🙂

Credo di dovervi iniziare a fare gli auguri perché non porterò con me il MacBook e non so se troverò wi-fi per far sfogare le mie dita tramite l’iPhone!

Mi raccomando non bevete troppo, non sparate i botti che son pericolosi alle mani, non guidate se avete alzato il gomito e soprattutto… se giocate a carte contro me lasciatemi vincere! :eeeh:

Emanuele

14 commenti » Scrivi un commento

  1. Ricorda di trovare qualcuno da baciare perchè a Venezia, a mezzanotte, si festeggia con il bacio più lungoooooooooooo :love:
    Auguriiiii!Robi

    • Uhm devo mettere un annuncio qui sul blog? Posso accontentarmi del mio nipotino?!? 😥 Non credo di riuscire a trovare una donzella in poco più di 24 ore… 😐
      Ciao,
      Emanuele

  2. Rapisci un bacio ad una sconosciuta :eeeh:
    Dille che l’avevi scambiata per un’altra…
    un botto ti aveva dato alla testa…
    può funzionare 😆
    in alternativa il nipotino può bastare… 😉
    Ciao

    • Può anche funzionare però per beccarsi il primo ceffone del 2011! 😎
      Credo che col nipotino avrò la strada spianata… lui per ora non si oppone a nulla! :love:
      Ciao,
      Emanuele

    • Grazie! Tanti auguri anche a te! 🙂
      …ma perché, esistono italiani che dicono spumeggiante in un modo diverso da quello?! 🙄
      Ciao,
      Emanuele

  3. Buon anno, Emanuele!!! Grazie per aver condiviso così tanti sentimenti nel 2010… mi hanno dato modo di riflettere su molte cose! 🙂
    Auguri!!!! Ti porto con me nel 2011! 😀

    Salvatore

  4. Sono collegato al volo (torno a Milano domani!) grazie mille per gli auguri e le belle parole! Ti auguro un 2011 più bello dell’anno appena concluso! 🙂
    Ciao,
    Emanuele

  5. Un giorno ci farò capodanno anche io me lo sento , sono troppo tentata!!! Com’è andata?

  6. Perdi colpi, un paio di anni fa avresti programmato un lunghissimo post riflessivo sul tuo 2010 allo scoccare della mezzanotte.
    Profondamente deluso,
    Roberto.

  7. …alla grande! Sono tornato alcune ore fa! 🙂
    Roberto, hai ragione e lo pensavo anch’io… vorrei scriverlo ma in questo periodo il tempo lo gestisco col contagocce! 😐
    Auguri a todos!!! :joy:
    Ciao,
    Emanuele

  8. Pingback: Postcards from far away. - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.