L’americanismo… italiano!

Stavo leggendo http://punto-informatico.it/p.asp?i=55823.
La Francia ultimamente mi piace sempre più… (a parte la lingua che proprio non sopporto).
Sanno davvero essere diversi dall'”americanismo” di questo periodo.
Tutti a copiare gli americani. Come noi italiani.
Loro hanno già le adsl a 20mbit a 20 euro al mese (c’è grande concorrenza nelle loro società di telecomunicazioni), mentre noi stiamo ad 1,2mbit a 35 euro… hanno le centrali nucleari… (noi furbi, diciamo no al nucleare e poi compriamo l’energia a caro prezzo da loro… come se fossero a 2 anni luce di distanza in caso di esplosione…) e adesso, non accettano certi soprusi che gli americani accettano (e anche noi pian piano).
La Riaa e compagnia bella, non ha il diritto di comportarsi così. Così come quando dice “se vuoi, dammi 3000 dollari e ritiro la denuncia nei tuoi confronti” (succede davvero in america eh). E’ strozzinaggio questo. E’ una azienda a sfondo mafioso. Sono cose che _odio_.
E noi, bravi italiani, ci lasciamo convincere che la tassa sui supporti è giusta… e così, pronti a pagare tasse sui cd dove possiamo anche masterizzare le nostre foto.
Sarà che forse il nostro presidente del consiglio… è proprietario di molte case discografiche e cinematografiche in Italia…? Ahi… a pensar male certe volte…
E… il carcere per chi scarica mp3?! Fino a 4 anni di carcere per un mp3… mentre Pacciani si fece 3 anni e 8 mesi per lo stupro di sua figlia. E’ più pericoloso scaricare un mp3 che stuprare una figlia.
E c’è già chi propone tasse sugli sms, per rimpinguare casse dello stato…
Tasse sugli sms?!? Assurdo. Hanno proposto 1cent ad sms. Come se già il 97% dei profitti su ogni sms da parte di Tim & company non bastasse (SI! A loro un sms inviato costa in apparecchiature 0,5cents di euro e a noi lo rivendono a 15cents… fatevi i conti quanto sia remunerativo). E però su questo il garante non interviene. Non *fa caso* a questo cartello tra i quattro operatori… non c’è concorrenza vera sugli sms. Messi d’accordo a tavolino…? Ahi ahi… di nuovo…

Basta basta… vado a letto, e magari, sogno di ritrovarmi altrove.
Notte…

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.