Formatblog.

Potrei aprirlo io in questi giorni… un nuovo tema della famiglia di Blogo.it, anzi… per come mi stan girando dovrei vedere se siano interessati quelli di Blogosfere… 😉

Comunque. Oggi è stato il gran giorno – numero due.

Dopo il passaggio ad OsX grazie al mio bel Macbook, il pc fisso si sta trasformando pure.

Ho scaricato Ubuntu, l’ho masterizzato (a tal proposito vi segnalo – grazie a Paolo che continua giorno e notte a farmi da personal trainer gratuitamente – l’ottimo LiquidCD, freeware per masterizzare su OsX) ed ho fatto partire il cd.

Anzi prima ho partizionato per benino l’hard disk… 80Gb in ext3, 2gb per lo swap (sono tantini?!) e tutto il resto dei 200gb di hard disk rimangono ancora a Windows XP.

L’installazione è avvenuta in modo indolore… molto user-friendly e distantissima da ciò che lasciai 8 anni fa con Mandrake (che sul Pentium 2 mi girava in modo scandalosamente lento forse anche per colpa della mia inesperienza).

Comunque… il vero problema è arrivato quando ho tentato di personalizzare un po’ il mio desktop. Se con Leopard mi ero impappinato grazie a FileVault (che ancora una volta vi consiglio di non installare… e se volete vi descrivo brevemente la mia motivazione), con Ubuntu è stato compiz a spingermi a riformattare.

Tramite shell infatti ho sparato una serie di apt-get install che non so davvero dove mi abbiano portato. I risultati non sono stati quelli descritti un po’ ovunque… e però non sapevo più quante schifezze avevo caricato.

E’ qui che la differenza con Leopard si sente maggiormente… se la shell con i comandi unix mi fa sentire un po’ “a casa”, la GUI di Ubuntu, carina ed amichevole per quanto sia, non è per nulla paragonabile a quella che Leopard presenta non appena finita l’installazione.

Insomma, con OsX ho potuto fare meglio l’utonto…

Manca poco e la copia dei file sarà completata. Se nel mentre qualche anima pia volesse spiegarmi un paio di cosette gliene sarei eternamente grato.

  1. Come installo compiz per bene? Considerate che non ho una scheda nVidia ma una Ati (Radeon 9600 XT)
  2. Per la scheda tv, come risolvo? E’ una Terratec 1200 DVB-T. Ho visto su più di un sito che è supportata dal mondo del pinguino… ma non ho capito quale sia il software migliore per sfruttarla.
  3. Come per OsX, ho creato un unico utente. Tanto durante le installazioni mi chiede comunque la password… va bene così, vero?
  4. Per l’audio… Amarock, no? E Per msn? Amsn o Kopete? 🙂

Per ora mi fermo qui… e mi rimetto ad installare quelle 4 stupidaggini che avevo già messo…

E’ questione di giorni comunque. Il tempo che mi sistemo e non vi rompo più le scatole! 😉

Emanuele

PS: per chi utilizza Thunderbird su OsX: quando lo apro e non sono collegato, se annullo “la richiesta password”, le password vengono perse e la prossima volta devo indicargliele di nuovo nonostante le avessi salvate in precedenza: che merdata è? (scusate la finezza ma quando ce vò ce vò :-P).

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

10 commenti » Scrivi un commento

  1. credimi per compiz abbiamo buttato il sangue io e zobbi per due settimane ed avevo un nVidia :S
    per l’audio consiglio rhythmbox , per msn ovviamente io direi kopete 😛 per masterizzare K3B per i video hai un amplia scelta vlc o totem

  2. 1) Ci sono tantissime guide in giro, basta che cerchi su Google ne troverai a decine, la più valida forse rimane quella di pollycoke che non mi ha mai dato problemi.

    2) Non saprei, mai avute schede TV 😛

    3) Va benissimo, di default è attivo sudo per l’ utente creato, che permette tramite immissione della password di ottenere privilegi root. Secondo me, è uno dei migliori sistemi per la gestione degli account e dei privilegi.

    4) Dipende, se hai GNOME non installare roba basata sulle Qt come Amarok (le librerie di KDE), c’è Exaile, scritto in PyGTK che è a dir poco stupendo e c’è un repository svn aggiornatissimo. Per MSN c’è emesene (emesene.org), veramente fatto bene, in PyGTK sempre (e quindi si integra a meraviglia col tuo tema GNOME), supporta emoticons, messaggi personali e quant’ altro. Anche per questo, sul sito è disponibile un repository svn per avere sempre software aggiornato.

    Se hai bisogno di qualcosina, per quanto nelle mie possibilità, sai come contattarmi 😀

  3. per la messaggistica io onestamente ho provato questi client :

    Amsn:
    client basato su msn per windows, interfaccia squalida e poco adatta all’ambiente linux, c’è di meglio per la rete…..

    Emesene:
    Client relativamente nuovo,molto simile a pidgin,permette un ambiente molto alletante, le sue funzionalita sono ancora molto limitate, anche perchè non puoi inviare file,credo che manchi il commando…..

    Pidgin:
    Client molto conosciuto ma ancora in fase di sperimentazione, ogni tanto va in crash il che mi rende nervoso, molto bella l’interfaccia simile a quella di msn ma con una marcia in più.

    Kopete:
    Ecco l’assoluto vincitore,usa uno stile molto simile ad irc, incorpora in se vari tipi di client (irc,gaim,msn…)
    all’avvio c’è la possibilità di inserire una password per avviare la lista dei contanti, si possono cambiare anche i temi il che lo rende davvero piacevole da usare

    consiglio di usarli tutti e vedere quello con cui ti trovi meglio

  4. non mischiare componenti del desktop gnome con quello di kde, questo è il mio consiglio:

    o usi kde e quindi: k3b kopete amarok eccc….ecc.. (quei programmi che usano kdelibs)

    o usi gnome e tutti i suoi figli

  5. Giustissimo il consiglio di Luca (noi gentuniani siamo molto attenti alle dipendenze), per il resto e’ totalmente questione di gusti, infatti ad esempio io mi trovo benissimo con amsn, per il quale mi son scritto una skin ad hoc per la mia grafica (concordo sul fatto che di default faccia schifo).

    Per la tv io uso tvtime, molto grezzo ma l’unico che son riuscito a far funzionare senza tanti sbattimenti e senza emergere mezzo mondo (mythtv ad esempio dev’essere strafigo ma vuole addirittura mysql).

    Infine per l’audio, anche qui vado controcorrente, uso audacious, il successore winamp-like di xmms (che supporta anche la mia skin storica di winamp).

    Devi provare e vedere cosa ti piace di piu’…

  6. 1) Prima di tutto cerca anche sul wiki ufficiale una guida per installare i driver ati, poi io ti consiglio di aggiungere i repo di Trevino visto che se non ricordo male hai un 64bit, se vuoi una guida scritta qui basta chiedere ma penso che proprio tu non ne abbia bisogno 🙂

    4) Se cerchi qualche player con funzioni simil-itunes io opterei per Rhythmbox, se invece sei un “winampista” xmms.

    Per quanto riguarda l’ambiente grafico è vero leopard è sicuramente più user-friendly però ricordati sempre che puoi modificare tutto e te ne renderai conto con Compiz!

    Ultima cosa, Ubuntu non è windows quando combini casotti puoi sempre porre rimedio, google è tuo amico e la soluzione la trovi sempre e comunque 😉

  7. Compiz sono riuscito a farlo andare… non ricordo il link, ma magari in qualche prossimo post lo cerco nuovamente e lo segnalo.
    Per i programmi… grazie delle indicazioni. Sto facendo tesoro di ogni singola indicazione – scusate se non rispondo sempre a tutti ma la vita è pur sempre frenetica…
    Una dei miei più grossi freni al cambio di sistemi operativi è sempre stato questo: trovare il tempo per ambientarmi per bene con un nuovo mondo. Adesso sto sfruttando l’occasione per farlo a pieno: notebook con Leopard e pc fisso con ubuntu. O mi adatto o non mi vedrete più online. 😛
    Comunque adesso il problema è la scheda tv… ma fortunatamente ho un collega – perennemente online – che mi sta aiutando.
    Piuttosto… ho provato oggi Exile, ma non mi vede la cartella della condivisione samba dell’hard disk di rete con tutta la mia musica.
    Con iTunes sul Mac è stato tutto un gioco… qui come faccio?
    Colpa del client?
    Comunque ho scoperto che – forse – ho fatto male ad installare Ubuntu a 64bit in quanto non sempre ci sono i pacchetti già compilati…
    Ciao e grazie a tutti ancora,
    Emanuele

  8. Comunque ho scoperto che – forse – ho fatto male ad installare Ubuntu a 64bit in quanto non sempre ci sono i pacchetti già compilati…
    Ciao e grazie a tutti ancora,
    Emanuele

    torna a windoews, anima miaaaa torna a casa tuaaa
    ti aspetterooooo’ dovessi odiareee queste muraaa

    asdasdasd

    neoargo con ubuntu T___T tutto molto sad

    buone feste p|xeL
    lol regalalo a me il mac
    <.<

  9. Pingback: Alcune risposte… per chi vuol acquistare un Mac! - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.