Feedback sincero.

Solitamente sono abituato a riflettere per conto mio, senza chiedere troppi aiuti dall’esterno. Sia perché mi piace risolvere i problemi da solo, sia perché penso sempre che l’unico ad avere il quadro completo della situazione sia sempre il soggetto principale e non chiunque possa ruotarci intorno.

Stasera però, a scanso di equivoci, voglio farvi una domanda (che spero non prendiate troppo alla leggera perché la risposta “più semplice” la so già… e al contrario, non fatevi influenzare troppo da queste parole per finire forzatamente contro corrente).

Voi, riuscireste ad avere fiducia di una persona che tendenzialmente risulta incapace di trovare il modo, l’occasione e il giusto tempo di dire la verità? Avreste la capacità di dare altra fiducia?

E’ da tanto che mi faccio queste domande… e da un lato c’è il mio essere cristiano e dall’altro il mio non voler essere cretino troppe volte.

Fino a che punto può e deve spingersi la buona volontà di un cristiano che vuol dare l’ennesima occasione a qualcuno perché, in fin dei conti, persino Paolo si convertì e diventò Santo?

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

9 commenti » Scrivi un commento

  1. Che dire, non mi sono mai trovato in una situazione del genere, oppure non lo sapevo (perché nascondeva bene questo “problema”). 😀 E sebbene possa sembrare scontato (ma a quest’ora ragiono un po’ così) il mio motto preferito in queste occasioni è “un vaso rotto puoi incollarlo, ma non sarà mai più come nuovo” oppure il suo analogo “la minestra riscaldata non è buona come quella appena fatta”. Cosa voglio dire: quando in un rapporto di fiducia qualcosa si “rompe”, potrai metterci delle pezze, ma non otterrai mai quello che avevi all’inizio. A questo punto, meglio evitare. Sarò drastico, ma è quello che penso.

  2. Cristiani o no, la fiducia è fondamentale… Se non l’hai tutto è più difficile.

    A volte le scelte più drastiche son quelle che fanno crescere!

  3. Fino a che punto? Un cristiano trova la risposta in Matteo, 18,21-22. Tutti gli altri, nel buon senso: ciascuno ha diritto ad una seconda possibilità. Ma esaurita la seconda, non mi prenderai per scemo una terza 😉

  4. Cito:

    Voi, riuscireste ad avere fiducia di una persona che tendenzialmente risulta incapace di trovare il modo, l’occasione e il giusto tempo di dire la verità? Avreste la capacità di dare altra fiducia?

    Molto brevemente la mia risposta è NO. Nel senso: sostanzialmente dopo aver conosciuto una persona che insiste nell’essere menzognera al di là di qualsiasi mio sforzo per acquisire fiducia in essa, dopo aver ponderato arrivo sempre alla soluzione di scartare quella persona come persona a cui avere appunto “fiducia”.

    La convivenza con tale persona si riassumerebbe quindi a un assenso o un dissenso mio a ogni sua esposizione verbale senza credere minimamente a quello che dice :-P.
    …e credo che sia un atteggiamento più che normale… andare oltre con chi la menzogna ce l’ha nel sangue è da stupidi.

  5. Vi ringrazio per le risposte, evito di dare un mio parere su quanto detto perché vorrei ricevere ancora qualche risposta e non voglio influenzare i pareri con il mio punto di vista.
    Ciao,
    Emanuele

  6. E già… cristiano o cretino (chrètien), stessa radice… Possiamo anche essere presi in giro, ma quello che ci è stato insegnato è essere “prudenti come i serpenti e semplici come le colombe” (Mt 10:16). Cioè muoverci con molta attenzione ai segnali che la vita (il buon Dio) ci manda, e allo stesso tempo avere un cuore semplice, e il candore negli occhi. Questa è la strada, la più saggia che esista. Ho l’età della saggezza e te lo posso testimoniare.
    Tutto questo è probabilmente inutile, ma è quello che mi è venuto in mente….
    ciao
    Carla

  7. il dare fiducia è una disponibilità all’altro,agli altri.è un dono indipendentemente dalla risposta,vera,falsa,menzognera.la risposta è un problema altrui.se sono sinceri o no è un qualcosa che riguarda gli altri. tu lascia la porta aperta,che cosa possono portarti via?niente perche non c’è niente.hai paura che ti prendano in giro?se lo fanno staranno male loro,hanno una coscienza,non tu.non hai niente da perdere.

  8. …io nn riuscirei a fidarmi..per quanto mi sforzerei..pur continuando a volere bene a questa persona..la fiducia sta alla base di ogni tipo di rapporto…e credo che l’essere cristiani c’entri poco…mi spiace per la mia predica dell’altra sera..forse ho solo contribuito a farti stare peggio…scusami

  9. Io do fiducia a poca gente e se uno la rompe con me ha chiuso spero di aver espresso bene il concetto 🙂

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.