Le feste…

Andava pubblicata ieri… ma oggi è ancora festa e quindi…

Festa dell’uomo

Ma… esiste una festa “non criticata”?
Natale, consumismo.
San Valentino, consumismo.
Festa della donna, festa che non ricorda bene la storia blablabla… 🙂

Nemmeno la blogosfera sembra esser più clemente con le varie feste che ogni anno si ripresentano…

Ciao,

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

3 commenti » Scrivi un commento

  1. La festa è tutti i giorni e tutti i giorni devono essere occasione di gioia e di rispetto per gli altri.
    Le feste “comandate” sono Natale,Pasqua e secondo me anche la Festa della Repubblica, tutte le altre non hanno , secondo me, alcun valore e spesso sono solo occasioni per spillare i soldi agli altri.
    Il mio augurio è che tutti i giorni tutti si ricordino di amare il prossimo e questo sarebbe l’unico comportamento che santificherebbe la nostra vita.
    Non è un mazzo di mimose o un regalo una volta all’anno che ci fa rispettare e amare il prossimo, sempre e solo IMHO.

    ciao

    wolly

  2. Sono sostanzialmente d’accordo con te. Credo anch’io che il rispetto e l’amore verso gli altri non sia qualcosa da dimostrare solo durante una festa “caduta dall’alto”. Ogni giorno dovrebbe essere un giorno per donarsi.
    Questi giorni “di festa” però non li voglio neanche demonizzare. Ci sono tante persone che hanno bisogno di questi momenti per avere il coraggio di… ricordarsi di chi hanno accanto.
    Ovviamente ogni cosa dipende da come la si vive… e così per me il pranzo di Natale con parenti ed amici può vivere benissimo… basta che ci si ricordi, come minimo, di andare a Messa e festeggiare colui che quel giorno è il festeggiato.
    Allo stesso modo l’otto marzo… ricordiamoci (sia maschietti che femminucce) che la festa della donna è un giorno di celebrazione delle conquiste sociali ed economiche delle donne. Ricordiamo (anzi, ricordaTE) questa cosa con intelligenza… e non cadendo nel più becero dei comportamenti andando a “pulleggiare” in giro per la città alla ricerca di maschioni da conquistare…
    E’ questa la vera rivoluzione che tanto desiderate?
    Ciao,
    Emanuele

    PS: a questo punto mi sa che la risposta è NO. Non esiste una festa non criticata. 🙂

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.