Turbini e turbìne.

Sapevo già che questi giorni sarebbero volati come il vento di certi paesi del nord Europa, che quando soffia sposta persone e cose con la sua forza. Lo stesso vento, ha riportato al nord, da alcune ore, la mia famiglia. La laurea mi ha travolto: è arrivata impetuosa, ha fatto confusione dentro e fuori e poi è volata via, tanto da trasformarsi al volo in “passato“.

Da domani devo inventarmi un nuovo ritmo perché una nuova sfida – a breve – mi aspetta.

Intanto, nonostante i festeggiamenti, ho divorato (letteralmente) il libro “Le ho mai raccontato del vento del nord”. Adesso mi raggomitolo sul divano circondato da un silenzio che, in questi giorni, a tratti desideravo e a tratti ero felice di non poter sentire. Mi distraggo un po’ con l’ultima puntata di Chuck, poi finisco il libro prima di addormentarmi.

E’ bello quello che è successo, è bella questa sera, è bello ciò che mi aspetta.

Emanuele

1 commento » Scrivi un commento

  1. Pingback: C’ho preso l’abitudine mi sa! - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.