Me te o me spe ‘nto.

Giornata molto simile al meteo italiano questa.

Mi sento stanco. Tutta la settimana a correre. Ho studiato con i colleghi fino a sabato pomeriggio prima di catapultarmi ad una attività scout e poi fare una pazzia con un amico e un’amica.

Li guardo e gli faccio “Oh, cannolo a piana?”. E così, dopo un gelato con altri amici, siamo partiti per l’entroterra siciliano!

Ovviamente all’una di notte era tutto chiuso ma la fortuna c’ha assistiti.

Abbiamo incontrato uno scout che ha chiamato un amico e pochi minuti dopo la situazione era: bar aperto solo per noi, cannolo preparato fresco fresco e un buon bicchiere di malvasia

Spettacolare. La cosa più buffa è che, avendo preso “il re del cannolo” sull’orgoglio, non ha voluto neanche che pagassimo.

Oggi però il sonno si è fatto sentire, ho passato la giornata così spento che mia madre mi ha chiesto più volte se avessi qualcosa.

Domani si riprende con la solita vita… 🙂

Emanuele

PS: il titolo fa pena ma c’era quel “me” iniziale con cui mi piaceva giocare. 😐

6 commenti » Scrivi un commento

  1. Dopo quella pazzia come ti sei sentito? Non ti sei sentito bene? 😉

    Serve ogni tanto staccare, fare quello che si sente dentro e che sentiamo sia giusto…specialmente per staccare dalla routine o dal peso dell’intera settimana…Hai fatto la cosa giusta 🙂

    Buon inizio di settimana

    • Essì, buonissimi fatina… 🙂
      A35G, in realtà dopo la pazzia mi sono sentito STANCO. Già durante il viaggio di andata ero morto di sonno… non lo facevo notare ma avevo gli occhi pesantissimi. Però dopo una settimana passata chiuso a studiare, sinceramente avrei preferito addormentarmi per strada pur di non tornare subito a casa! :joy:
      Ciao,
      Emanuele

  2. Quella stanchezza all’inizio non la sentivi perchè l’euforia, l’adrenalina, la compagnia degli amici, non te la faceva pesare, sentire…dopo anche il fisico e la mente vengono vinti ma alla fine quella stanchezza non è poi un problema anzi 😉

    • Si è vero… mentre ero li il sonno era scomparso, però il viaggio in macchina è stata una vera lotta contro gli occhi chiusi. 😀
      E vabbè, domenica ho recuperato un po’ di sonno arretrato… 🙂
      Ciao,
      Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.