Una moglie per papà.

Stamattina a mare, mentre tentavo di distrarmi con le parole crociate, mi son messo ad osservare quanti papà si divertivano a curare le figlie o i figli in acqua.

Chi li faceva volare dalle proprie spalle, chi se li legava addosso per fargli fare un semplice giro, chi li aveva dotati di mini-gommone per bambini e li accompagnava come fossero dei piccoli Briatore

Un mondo stupendo. Mi sarebbe piaciuto tantissimo avere una macchina fotografica per immortalare certe scene da cartolina…

E’ un mondo che forse sogno da troppo tempo per tanti e tanti motivi.

Stasera, su Canale 5, è andato in onda un film che non rivedevo da anni. “Una moglie per papà” con Whoopi Goldberg.

Il film, oltre ad affrontare in maniera non troppo pesante il razzismo degli anni ’50 verso i neri, regala tantissime scene di una dolcezza unica.

Se doveste averlo tra le vostre videocassette… mettetelo nel videoregistratore una di queste sere! 🙂

Io adesso vado a guardar le stelle… tra meno di 10 minuti migliaia di persone si riverseranno in acqua… 😀

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

5 commenti » Scrivi un commento

  1. Confermo, è un film che anch’io ho apprezzato molto. Tra l’altro parla di un’america che ancora oggi esiste, in certi posti di periferia, sfortunatamente 🙁

  2. Si beh, certe concezioni sono dure da sradicare. Un po’ come la Mafia qui, che altro non è “prepotenza resa abitudine”.
    Ci vuol tempo… ma bisogna credere in un mondo migliore, no? 🙂
    Ciao,
    Emanuele

  3. Pingback: La magia agli incroci… - …time is what you make of it…

  4. Pingback: Il peso di un ferro da stiro. - …time is what you make of it…

  5. Pingback: Viaggiare (con la mente). - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.