Ho ancora i piedi che pedalano.

Sono appena tornato a casa in bicicletta. Devo andarmene a cenare… ma volevo fare un salto qui, un po’ come fanno tante altre persone.

Avrei mille cose da dire e raccontare, ma magari ne parliamo dopo… tanto c’è tempo, no?

Pensieri, parole e azioni. C’è da scrivere un libro.

Intanto ringrazio chi mi ha fatto compagnia oggi pomeriggio e la bella chiacchierata prima di tornare, la mia bicicletta che mi ha riportato a casa e questa canzone che mi ha regalato serenità mentre pedalavo.

La vita è buffa perché, come diceva Forrest Gump, è come una scatola di cioccolattini

Chissà che cosa si capirà da questo post, è che come ho detto, vorrei parlare tanto ma ho anche tanta fame.

Mi sa che sta scrivendo lo stomaco…

Dai, vado.

Buona serata,

Emanuele

PS: ho paura di essermi innamorato… di me! Poi vi spiego… 🙂

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.