Acquario: il primo cambio d’acqua.

Oggi dopo circa un mese, ho effettuato il primo cambio d’acqua nell’acquario.

Cercando di fare le cose per bene, ho evitato l’acqua del rubinetto ed ho comprato 15 litri di acqua d’osmosi.

Il negoziante mi ha consigliato la sostituzione di 1/4 dell’acqua contenuta nell’acquario. Insieme all’acqua, ho cambiato la lana di vetro, ho rimosso il carbone attivo (ho scoperto solo oggi che dopo alcuni giorni perde già la sua capacità filtrante e poteva esser rimosso) ed ho versato 8ml di Nitrivec.

Spero di aver fatto bene… purtroppo oggi tornando dall’università ho trovato una bruttissima sorpresa. Il bellissimo pesce pulitore (Ancistrus delichopterus) aveva gli occhi bianchi e… vabbè, avete capito. 🙁

Il negoziante (che non mi ha venduto il pesce visto che mi è stato regalato insieme ad altri 4 più di una settimana fa), mi ha detto che poteva aver sofferto lo sbalzo di temperatura durante il trasporto o non essersi riuscito ad ambientare nell’acquario. E’ stata una brutta sorpresa, considerato che fino alla mattina l’avevo visto attivo e senza segni di affaticamento… 😐

Adesso aspetto un’altra settimana, poi misuro i valori della vasca e decido se inserire nuovi pesci o meno.

Le piante invece, sembrano trovarsi bene. Sono cresciute ed hanno fatto nuove foglie.

Se avete consigli (ed avete a cuore quei pesciolini), non esitate a lasciare un commento: ho sicuramente ancora tanto da imparare. 🙂

Ciao,

Emanuele

6 commenti » Scrivi un commento

  1. ma l’acqua l’hai un po’ riscaldata prima di versarla? perchè dopo una settimana, il pesce si è ambientato perfettamente, secondo me è stato per la nuova acqua che hai versato, forse troppo fredda…
    Comunque attento all’acqua osmotica dei negozianti, alcuni ti vendono della semplice acqua di rubinetto… 🙁

  2. A questo punto credo che non comprerò mai un acquario :-P. Diamine è più impegnativo di un cane o di un gatto :-(. Hey Emanuè, aspetto il prossimo video sul tuo acquario, a flora florida ovviamente e a fauna rigogliosa di bellissimi esemplari. :joy:

  3. Le cose le hai fatte giuste. Purtroppo il pulitore spesso è quello che sta male e soffre i cambiamenti di temperatura più degli altri.

    Quando l’avevo io era quello che moriva più spesso… 👿

  4. Alex, purtroppo il pesce l’ho trovato morto PRIMA che cambiassi l’acqua…
    Comunque la temperatura durante il cambio è scesa intorno ai 24 gradi, non è così bassa per i pesci che ho.
    Antonio e Nicco, avere degli animali significa anche curarli. Non credo che avrei mai comprato un acquario se fossi stato innamorato solo della sua estetica.
    Poi sono un futuro ingegnere… per certe cose divento precisino. L’acquario è una sorta di esperimento vivente. 😛
    Matteo, però è strano perché dopo il trasporto (in cui ha potuto soffrire) ha vissuto tranquillamente per una settimana prima di lasciarmi. Giusto qualche ora prima del cambio d’acqua… 😐
    Ciao,
    Emanuele

  5. Pingback: Acquario: secondo cambio d’acqua. - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.