Libero Mail e controllo caselle esterne.

Da qualche giorno ho impostato Thunderbird sul Macbook in modo da gestire tutte le caselle mail via IMAP per non ritrovarmi con le e-mail accessibili unicamente da un computer.

Per limitare il numero di account da aggiungere sul client di posta, ho deciso di demandare ad una casella @libero.it il compito di controllare gli altri account – secondari ma non disattivabili – che ho su Libero.

Con mio disappunto ho scoperto che questo servizio, differentemente da quanto fa Google con Gmail, non ha un controllo periodico automatico delle altre caselle e per questo via IMAP non ricevevo alcuna nuova e-mail.

L’unico metodo per sfruttare questa funzione è quella di cliccare sul pulsantino “Controlla mail” della webmail di Libero.

Una cosa orrenda… in pratica, non solo Libero ti obbliga ad esser collegato con una loro connessione per accedere all’smtp ed inviare una e-mail (e può starci…), al pop3 per scaricarla sul tuo client (e inizia ad esser brutto…) ma addirittura ti obbliga a visitare la webmail per sfruttare alcune funzioni della tua casella.

Un sistema orrendo.

Lo spazio è diventato – come moda vuole – di 1GB, ma chi è quel pazzo che sfrutta quello spazio tramite quell’insulsa interfaccia web?

Non mi piace promuovere le grosse multinazionali… ma quand’è giusto è giusto: Libero ha solamente da imparare dai servizi di Google.

Non riusciremo mai a farci notare se continueremo a seguire le mode senza risultare innovativi.

Come si comporta la Telecom da questo punto di vista? Alice è meno limitata di Libero? O i gestori italiani sanno uccidere la concorrenza anche su questi servizi?

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

6 commenti » Scrivi un commento

  1. Credo che anche con l’ultima versione di Safari 3.0.4 il sito di Alice mail non sia accessibile.
    P.S. ho letto troppo tardi, mi dispiace per File Vault, è un problema conosciuto.

  2. Credo sia solo questione di tempo come è capitato a me…
    ma perchè usi thunderbird invece di Mail?
    e, sopratutto, perchè non ti limiti ad usare gmail invece di libero?
    potresti demandare a gmail il compito di occuparsi di tutti gli altri account…

    purtroppo i gestori italiani sono bravissimi a mozzare le gambe alla libertà di uso dei propri servizi.
    devi usarli come e quando ti dicono loro.

  3. Claudio, thunderbird oltre ad essere completamente portabile da un sistema ad un altro ha tanti plugin che lo rendono molto comodo.
    GMail non può recuperare la posta di Libero (lo faccio già con altri account…) perché Libero ha bloccato l’accesso pop3 ad IP non Wind. L’unica soluzione è riuscire ad eliminare qualche vecchio account…
    Ciao,
    Emanuele

  4. Già è lo stesso problema che ho con Alice!
    Per quanto riguarda Mail.. provala e non la abbandonerai più: inoltre importa automaticamente la posta di Thunderbird e non ci perderai che 5 minuti. Tra le decine di cose interessanti…. una fra tutte è la ricerca istantanea delle mail… esperienza unica! Io sono migrato su Mail e sono contento!

  5. Appena configuro per bene Thunderbird sul pc fisso vedrò di trasferire solamente gli account più importanti sul MacBook… e perché no, darò una seconda occasione a Mail, anche se l’idea di avere un client unico su tutti i sistemi mi aggrada molto.
    Vedremo…
    Ciao,
    Emanuele

  6. Pingback: Alcune risposte… per chi vuol acquistare un Mac! - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.