L’elasticità della pelle.

Ogni tanto penso a quando sarò altro. Perché nella vita si cambia, si cresce, si evolve. E poi penso anche a quando sarò altro ancora. Quando avrò dato, avrò fatto, avrò compiuto. Quel giorno scriverò ancora? E se scriverò, come sarà ciò che finirà impresso su quei fogli? Che fine avranno fatto queste migliaia di pagine? Avrò ancora voglia di leggerle o saranno conservate in qualche CD disperso sotto un grosso libro di una polverosa libreria? Che ne sarà, quel giorno, del ragazzo che sono oggi? Esisterà ancora oppure, anche quello, sarà archiviato? Sarò stato in grado di trapassare all’uomo che sarò quello che, oggi, sono?

La pelle di quel giorno, di chi sarà?

Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.