I santi peccavano ma sapevano scegliere bene.

Ieri il sacerdote – durante l’omelia – ha precisato che i santi non erano persone senza peccato. Anche loro, come noi, erano macchiati non solo dal peccato originale ma anche dai piccoli peccati quotidiani. Anche loro, come recita un proverbio, peccavano almeno sette volte al giorno. Semplicemente – spiegava il sacerdote – erano persone che nel momento delle scelte difficili erano in grado di rispondere col messaggio di Cristo. Un concetto concreto quanto le quattro regole di Don Bosco: allegria, impegno, fare del bene, devozione.

M’è piaciuta questa riflessione e proverò a tenerla in mente nei prossimi giorni. 🙂

Buon inizio di settimana,

Emanuele

8 commenti » Scrivi un commento

  1. Peccato che su una piccola perla di saggezza come questo mini post nessuno abbia ancora lasciato un commento.
    Allora il tuo prete è uno in gamba! E quindi scopro che non sei così male come pensavo… 😀

    • Non è il mio prete, è un sacerdote che amo andare ad ascoltare. L’ultima messa della sera in città… sembra un regalo dopo una lunga giornata!
      Comunque non sono per niente male (non fidarti di ciò che ti dico! :-P).
      Ciao,
      Emanuele
      PS: sai che dispiaceva anche a me vedere che nessuno avesse nulla da dire a riguardo? Sembra che toccare certi temi – su internet – sia qualcosa da non fare. 😐

  2. Si lo penso anch’io: su certi argomenti sembra ci siano ancora dei tabù e si che dovrebbe essere la grande rete libera per tutti. A volte parlandone si viene subito etichettati senza lasciare spazio a repliche o a discussioni fondate.
    Devo dire che sto trovando interessanti spunti anche sul tuo blog… e quindi questo mi costringerà a seguire pure te. 😛

    • Attento che scrivo tanto. Secondo me già domani sarai stanco. 😉
      Comunque è proprio così ed è un peccato che tutti i cristiani fanno. Vanno in Chiesa, si battono il petto e poi hanno vergogna nel farsi un segno di croce prima di mangiare davanti agli amici. Idem sul web, nessuno ne parla, nessuno ha mai visto o fatto niente, nessuno vuol lasciare dichiarazioni. Un po’ per pudore, un po’ perché l’etichetta, paradossalmente, pesa più di una bugia (con se stessi!).
      Ciao,
      Emanuele

  3. complimenti per il post.. mi ha messa di buon umore..
    alla fine è vero.. per essere un po’ santi nn servono chissà che miracoli, la traccia l’abbiamo già.. purtroppo però, e parlo per me, nn sempre è facile seguirla, spesso ci si perde da qualche parte..

    ..terrò a mente questo post.. 😉

    buona giornata

    • Serve coraggio, forza di volontà e determinazione. Lasciarsi piegare dalle scelte “facili” è un attimo… è li però che si mostra la nostra grandezza. 🙂
      Buona giornata a te!
      Ciao,
      Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.