Il bacio che aspettavo.

Il bacio che aspettavo - locandinaIeri sera, prima di andare a nanna, ho visto questo film. Era da taaaanto tempo sul mio hard disk ma per un po’ di tempo ho evitato i film che immaginavo sdolcinati: mi davano la nausea… 🙂

Alla fine però, mi è piaciuto: la storia è abbastanza romanzata e durante il film mi sono immedesimato spesso in quelle scene, in quella storia.

Il protagonista è un ragazzo longilineo e atletico che in seguito alla fine di un grande amore, decide di allontanarsi un po’ dalla sua vita. – Per fare ordine – dice.

Piange ma sa che deve andare avanti, così va a trovare la nonna… e si dedica a lei, in quello che poi scopre essere l’ultimo periodo della sua vita.

Così, tra le sue corse fuori casa liberatorie e quel Macbook attraverso il quale scriveva i suoi pensieri, ho rivisto me… e molte delle cose vissute in questo periodo.

Io non voglio incontrare nessuna ragazza straordinaria, non voglio incontrare nessuno, voglio solo starmene in pace con mia nonna e il suo gatto.

Carter, in risposta a sua madre…

Amava scrivere lettere e ogni tanto ha avuto la mia stessa presunzione di pensare che una lettera ben scritta possa fare innamorare…

Ma Carter è un bravo ragazzo e così, cerca di rendersi utile e risolvere i pasticci di chi ha intorno anche quando la gente approfitta della sua capacità d’ascolto e non si chiede se sia il momento adatto per lui.

Non voglio raccontarvi per filo e per segno le scene che più mi hanno colpito, così salterò direttamente alla fine in cui, la nonnina rimbecillita, regala una vera perla di saggezza.

E’ una frase che aiuta a vedere il bicchiere mezzo pieno e dovrebbe in effetti, darci una ragione valida per vivere col sorriso sulle labbra indipendentemente dalle difficoltà! :joy:

Senti, io sono vecchia. Tra poco sarò morta e tu sarai ancora vivo. Non rompere i coglioni!

La nonnina di Carter, con non-calanche durante una cena…

Con questa frase vi invito a vedere il film… e se non dovesse piacervi, ovviamente, non rompete i cogli*ni! 😛

Emanuele

7 commenti » Scrivi un commento

  1. Ma nel film Carter muore vergine prima che la nonna schiatti o gli rompe poi i cogli*ni alla fine? :dogarf:

  2. Ciao,
    naturalmente non citi che nella storia la ragazza che lascia Carter è una famosissima attrice considerata un “sex symbol” (ci starei male anch’io), e che lui scrive, con quel suo bel Mackbook, sceneggiature di film porno!! :dogarf: Ed a quanto sembra è pure bravino. :joy:

    Ciao

    • Beh però arrivato a casa della nonna inizia a scrivere tutt’altro… inizia con le sue avventure al college, continua con una storia per bambini e finisce con una bella lettera… 🙂
      Comunque si, Meg Ryan è stupenda. 😎
      Ciao,
      Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.