Bzzers, grazie ma…

In questi giorni ho ricevuto vari inviti per iscrivermi a Bzzers.

Giovanni, Paolo, Andrea (quando metterai un titolo al tuo feed?) e Giovambattista mi hanno fatto arrivare via e-mail l’invito…

Non ho gli ho risposto privatamente, ma penso sia il caso di farlo qui. Per loro e… per gli altri.

Non ricordo se l’ho già scritto in questo blog oppure parlandone da qualche parte in giro per la blogosfera ma… sono una persona molto “web 1.0” per certi aspetti.

Mi piace conoscere e vedere l’espansione del web, caratterizzata appunto dalla continua nascita di community come quest’ultima ma… non amo prenderne necessariamente parte in prima persona.

Penso spesso di dedicare fin troppo tempo della mia vita “al web” e così ho paura di ritrovarmi a giocare con qualcosa di poco produttivo.

Quando sto al pc tendo sempre a sfruttare bene il tempo (per intenderci: quando acquistai il computer con la scheda tv integrata credevo che l’avrei tenuta sempre attiva come sfondo del desktop; la realtà è che invece la utilizzo sporadicamente e solo se realmente necessario…) e così non mi perdo in infinite registrazioni a servizi di “social network”. Che poi, gira e rigira, sono sempre gli stessi gli iscritti

E’ anche per questo che non mi trovate su Twitter, su qualche Tumblr o su qualche altra photo-community

Non riesco a percepirne il valore aggiunto per la mia vita.

Saranno idee intelligenti, che funzionano e che a tante persone permettono nuovi spunti per crescere, parlare o semplicemente fare amicizia. Con me, non attaccano.

Personalmente credo che siamo in un’epoca in cui c’è un surplus di informazioni. Siamo bombardati da tutti i lati di notizie in tempo reale. Feed, news-reader, sms sul cellulare, newsletters …ma anche tv, radio, pubblicità, giornali…

La vera difficoltà così, non è ricevere informazioni ma metabolizzarle, interiorizzarle.

Tutto rimane così superficiale… tutto arriva e scompare in pochi secondi.

Mi conoscete… non sono superficiale nei rapporti umani e, questa mia innata necessità di prender sul serio ciò che vivo si riflette anche nel mio approccio sul web.

E’ anche possibile che sia “mentalmente limitato” ma… seriamente, penso di avere già fin troppi “canali di comunicazione” con il resto del mondo.

Mi sono dilungato un po’ troppo, grazie comunque a voi quattro del pensiero e dell’invito ma… preferisco continuare a seguire il web, tramite il mio ed i vostri blog. Non credo che le cose interessanti da dire finiranno tutte rinchiuse in un bzzz… 😉

Emanuele aka P|xeL

P.S.: sisi… lo so, Bzzer tramite un sistema di karma permette di provare dei prodotti da recensire (se scrivevo “feedbackare” mi sentivo un idiota :-P) ma credo che se mi ritenete tanto valido da aver bisogno di una mia opinione su qualcosa, potete chiedermela anche senza che io sia iscritto li, no?

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

6 commenti » Scrivi un commento

  1. Pingback: Casperize

  2. Accidenti come seri serioso non abstava dire non mi interessa ? Io invece adoro tutte ste cose sono iscritta a tutte ne uso poche ma le trovo spesso interessanti ad esempio in questo caso per scoprire nuovi prodotti 🙂

  3. Anche io ho ricevuto diversi inviti e volevo scriverci un post, ma mi hai preceduto, e così mi associo in pieno a quello che dici…

  4. Pingback: Bzzers, Yet Another Social iNutility : Casperize

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.