Silenzio a batterie.

Quando non puoi rispondere, puoi sempre chiedere di far silenzio.

E se non ci riesci, puoi usare due semplici batterie alcaline

Che mondo di merda.

Emanuele

PS: “don’t tase me, I will not do anything…”, ma forse gli agenti non capivano l’inglese…

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

3 commenti » Scrivi un commento

  1. il silenzio è sempre imposto!!!dimmi c’è qualcuno che invoca il silenzio(a parte quello STAMPA)?appena si sta in silenzio nella coppia subito si è terrorizzati,da questa pausa.come la pausa in musica è assenza di suono.di quello chè successo lo scandaloso, sia la reazione abnorme da parte della polizia(ma si sa abuso di potere).se avesse avuto veramente intenzione di rispondere, non avrebbero portato via il ragazzo. torniamo al solito punto. facciamo paura,creiamo imbarazzo,siamo disturbatori della quiete pubblica, la società.IO ORA PARLO ANCHE SE IL SILENZIO ABITA DENTRO DI ME E A VOLTE DEVO URLARE COSI FORTE PERCHE VENGA ASCOLTATA…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.