Alla riscoperta dei miti d’infanzia.

In questi giorni ho sistemato un bel po’ di file sul mio pc… ho fatto pulizia di oltre 1Gb di roba accumulata inutilmente ed ho sistemato anche la musica.

Ho ripreso ad ascoltare i Cranberries. Si sono sciolti… lo so, ma la loro musica continua a rimanere speciale.

Speciale perché da piccolo erano “il gruppo” per me… speciale perché la voce di Dolores è inimitabile, speciale perché i loro testi non sono mai banali.

E così, tornano alle mie orecchie pezzi come Zombie, Dreams, Just my imagination, Dying in the sun, Ode to my family, Everything I said, Daffodil lament, When you’re gone e tanti altri fantastici pezzi che uniscono il rock dolce a delle melodie lente e coinvolgenti.

Per concludere questo post riprendo un pezzo di una delle mie canzoni preferite, Dreams.

…la mia vita sta cambiando ogni giorno, in ogni modo possibile, e come i miei sogni, non è mai calma come sembra… mai calma come sembra…

Vado ad accogliere i genitori di Filippo (oggi è la prima volta che li vedo! :-|).

Ciao,

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

1 commento » Scrivi un commento

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.