iPhone: la vera rivoluzione.

No… l’iPhone non mi fa impazzire. O meglio, mi incuriosisce il suo sistema touchscreen ma per il resto non lo vedo superiore ai Nokia attuali.

Una cosa però la sta facendo… o meglio, la farà.

Ed è più o meno quanto ha fatto Google con la sua Gmail. Ci sarebbe persino da riflettere come – se si vuol sfondare – sia importante creare una grossa attesa (vi ricordate il sistema ad inviti di Google?). Non voglio comunque concentrarmi su questo aspetto.

Google con Gmail diede vita alla “rivoluzione delle webmail”. Spazi enormi, illimitati, giga o terabyte di spazio promesso. La cosa buona dell’iPhone è proprio questa: la sua visione dei cellulari forzatamente online. Un po’ come Gmail con le sue manie di spazio illimitato.

Questa nuova realtà arriverà anche in Italia e comporterà l’abbandono delle tariffe pseudo-flat dei nostri gestori di telefonia mobile. Sarà finalmente l’era dell’“always on”, ad un prezzo che andrà pian piano scendendo.

Peccato solo che prima che l’iPhone scenda di prezzo e raggiunga un prezzo “umano” passeranno almeno un paio d’anni: sono convinto che la politica della Apple nel mantenere stabili i prezzi del proprio hardware si ripeterà anche qui.

E’ solo questione di tempo comunque… e Steve Jobs, quando parla di “rivoluzione” ha proprio ragione. Chi non sa guardare oltre ciò che vede, si ferma al touchscreen. Solo per questo dico che… non vedo l’ora che arrivi l’iPhone.

Per tutto il resto usate Google, la gente ne sta parlando come fosse la Madonna.

P|xeL

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

1 commento » Scrivi un commento

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.