…I have a dream…

I have a dream.

Inizia con questa bellissima frase di Martin Luther King questo post…

Sono appena tornato… ho attraversato la Sicilia da un lato all’altro: 3 ore e 30… un tramonto visto da due binari lucenti ed un pò di musica alle orecchie.
Avevo voglia di scrivere… dovrei controllare 50 e-mail ma lo farò dopo… è un impulso che non posso trattenere.
Ho studiato anche al ritorno… ho quasi finito il penultimo capitolo dell’esame di mercoledì e così sono anche più tranquillo…

Dopo aver mangiato però… (cena con 2 pezzi di rosticceria tipica catanese…) ho preso un altro libro.

Un libro che ho preso l’abitudine di portare con me durante gli anni di clan…

…dico quel che penso, faccio quello che dico…

Max Gazzè – La favola di adamo ed eva

Ho preso questo libro… o “questi libri” ed ho iniziato a sfogliarlo..a caso. È così che spesso mi rifugio nella Bibbia. Non controllo alcun indice… non cerco alcun manuale per riflessioni preconfezionate.

Questa sera, sono finito sul libro del Siracide.

Stranamente… mi sono ritrovato a leggere alcune frasi che… mi sono ritrovato a consigliare a Fabiana durante i giorni di… terremoto. Il capitolo 37 del libro del Siracide.
Questi tre giorni mi sono serviti tanto…
Mi sono distratto e la distanza da Palermo mi ha anche permesso di rianalizzare tutto, con calma, senza pc a distrarmi o amici a chiedermi di uscire. Si lo so..sono uscito anche li… ma erano facce diverse. Le solite facce non riuscivano ad aiutarmi… non mi distraevano davvero.

È bello come il Signore mi stia dando tutte queste possibilità.

L’allegria.

Non abbandonarti alla tristrzza, non tormentarti con i tuoi pensieri. La gioia del cuore è vita per l’uomo, l’allegria di un uomo è lunga vita. Distrai la tua anima, consola il tuo cuore, tieni lontana la malinconia.
La malinconia ha rovinato molti, da essa non si ricava nulla di buono.
Gelosia e ira accorciano i giorni, la preoccupazione anticipa la vecchiaia.
Un cuore sereno è anche felice davanti ai cibi, quello che mangia egli gusta.

Siracide 30, 21-25

Sono di nuovo nella mia stanza… ma sento una bella serenità dentro…che non posso che augurare a tutte le persone a me care.

…Ma la tua vita adesso puoi cambiare…
Solo se sei disposto a camminare… GRIDANDO FORTE E SENZA AVER PAURA…
…Contando 100 passi lungo l’autostrada…!!

Modena City Ramblers – I cento passi

Beh…io di passi, lungo l’autostrada ne ho contati più di cento… e dentro di me c’è una voglia di gridare CHI sono io.

A proposito di “CHI”… questa domenica a messa (…si, si parte ma la messa non si dimentica…) c’era una bellissima introduzione… che culminava in una domanda… diretta, tagliente come un coltello… “Chi è LUI per te?”.

Ho provato a rispondere..ed ho capito che l’unico metodo per trovare una vera risposta è… cercarla negli altri.
Come?
Dando il proprio amore, perché è solo dando amore che se ne riceve.
Ed è dando amore, anche a costo di soffrire nel suo nome che..si conosce il SUO sacrificio.

Ma un vento caldo annuncerà il risveglio di tempi migliori… ma un vento caldo plasmerà il rigore di spietati inverni…

Carmen Consoli – Il pendio dell’abbandono

Sta rinascendo tutto… sto rinascendo anch’io. Ho scritto una nuova lettera. Essì… non cambio mai, per me, le lettere scritte a mano valgono più di 1000 belle parole… esprimono meglio i sentimenti. Li fanno più vivi… li puoi toccare con mano.

…santi numi ma che pena mi fate […] ma andate a cagare voi e le vostre bugie… […] credo di notare una leggera flessione del senso sociale, la versione scostante dell’essere umano che non aspettavo cadere su un uomo così divertente ed ingenuo da credere ancora alla favola di Adamo ed Eva… la favola di Adamo ed Eva.

Max Gazzè – La favola di Adamo ed Eva

In questi giorni, ogni tanto ho pensato con un pizzico di rabbia che… le sono stato vicino in tutti questi anni in cui mi vedeva “più grande” e… di colpo, arrivata all’università …non ha avuto più “bisogno di me”. Più ripenso al passato però, più mi rendo conto di quante cose le abbia permesso di vivere… e questo, riesce magicamente a rendermi felice.

L’ho aiutata finchè era necessario… ed è questo l’amore che voglio saper dare nella mia vita. Incondizionato.

Tutto adesso è cambiato… anche io sono tranquillo… ed è un bene che sia così.

Beh, non voglio dilungarmi ancora… è già mezza notte e mezza, domani sistemerò la stanza e poi andrò in facoltà a studiare.

Ora che mi sento bene… eh… spengo la luce… spero di riuscire a dimostrare… che… così va bene…

Zero Assoluto – Semplicemente

Sogni d’oro,

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive con sua moglie in una casa con un ciliegio e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

4 commenti » Scrivi un commento

  1. Ciao Emanuele!Mi chiamo Elisa..piacere:smile:!sai..mi sono piaciute tantissimo le frasi che hai scritto..mi sono state davvero utili!anche se non ti conosco….sento di doverti dire…..GRAZIE!!! Buonanotte…Ely:smile:

  2. Ciao Elisa, grazie per i complimenti…:smile:
    Sul treno, avevo letto e sentito tante altre frasi… ho deciso di non riportarle solamente per non diventare prolisso…
    Sono comunque dentro me… e solo chi vorrà curiosarmi dentro le scoprirà. 😉
    Ciao,
    Emanuele

    PS: “bisogna avere il caos dentro di se per partorire una stella danzante…” (F. Nietzsche – Così parlo Zaratustra). 🙂

  3. Ciao.. mi sono ritrovata per caso a leggere la tua storia.. arrivo un pò in ritardo a distanza di anni.. però le sensazioni che provavi sono così chiare che….. hai capito..! 🙂 Chissà,oggi saranno cambiate molte cose nella tua vita e ti sarai innamorato di nuovo.. un bacio e un grande in bocca al lupo! claudia

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.