L’esplosione dei blog!

Soltanto a maggio 2005, Technorati aveva nel suo indice 10 milioni di blog. Pochi mesi dopo, precisamente cinque, il numero è… raddoppiato! Technorati ha nel suo indice, ad oggi, oltre 20 milioni di blog! Durante l’estate, una massa infinita di persone ha deciso di creare il proprio spazio personale, di curarlo e di farlo crescere.
Ma… cosa è un blog? Direttamente da Wikipedia leggiamo:

“Il Blog è un luogo dove si può (virtualmente) stare insieme agli altri e dove in genere si può esprimere liberamente la propria opinione. È un sito (web), gestito in modo autonomo dove si tiene traccia (log) dei pensieri; quasi una sorta di diario personale. Ciascuno vi scrive, in tempo reale, le proprie idee e riflessioni. In questo luogo cibernetico si possono pubblicare notizie, informazioni e storie di ogni genere, aggiungendo, se si vuole, anche dei link a siti di proprio interesse. Tramite il Blog si viene in contatto con persone lontane fisicamente ma spesso vicine alle proprie idee e ai propri punti di vista. Con esse si condividono i pensieri, le riflessioni su diverse situazioni poiché raramente si tratta di siti mono-tematici. Si può esprimere la propria creatività liberamente, interagendo in modo diretto con gli altri blogger.”

Penso che sia proprio per via dell’anima particolare del blog, che questa esplosione prenda senso. Tramite il blog, si può parlare, senza limiti, senza tema, di ciò che si vuole. E’ uno spazio personale, facilmente gestibile dove non si perde tempo a sistemare codice html, effetti css o altro. Si pensa, si scrive. Stop.
Nessun vincolo, nessun limite di lettere, di parole, di dimensioni e di… idee. Ognuno è libero di scrivere ciò che vuole.
O quasi. Mi viene in mente, proprio in questo momento, la situazione della Cina, dove… si viene arrestati o …si scompare se si esprimono commenti che vanno contro il regime. E’ una cosa che mi fa davvero rabbrividire.
La Cina è un paese in un momento di estrema espansione, grande progresso in tutti i campi… eppure, non c’è ancora libertà di parola. E neanche un blog riesce a garantire tale libertà.

Un blog infatti, può anche essere un mezzo politico, mi viene subito in mente quello di Beppe Grillo, lui si definisce un comico, ma personalmente lo considero una persona capace di far smuovere un pò… l’Italia. Come quando ha fatto pubblicare sul quotidiano “La Repubblica” una pagina di protesta contro Fazio, dall’inequivocabile titolo “Fazio vattene”.

Non sempre però un blog, viene utilizzato per scopi “così nobili” (:-P).
Perchè scrivo IO?
Io, utilizzo il mio blog, come contenitore di tutto ciò che voglio ricordare. Di riflessioni, di momenti, di giorni particolari. Non pretende di esser letto da nessuno, sono anche pochi gli amici che conoscono l’indirizzo.
Il mio blog, nasce e vive, per me stesso. Per la mia strana voglia di… poter rileggere cosa pensai giorno xy, o cosa successe il giorno zk.
E’ davvero “un diario personale”, e non vuole andare oltre. Non ha bisogno di alcun copyright, in quanto trattasi di semplici considerazioni personali di ciò che il mondo è e di ciò che io vivo.

Giusto per fare un pò di “storia”, sempre su wikipedia troviamo:

“Il termine weblog è stato creato da Jorn Barger nel dicembre del 1997. La versione tronca Blog è stata creata da Peter Merholz che nel 1999 ha usato la frase “we blog” nel suo sito, dando origine al verbo “to blog” (ovvero: bloggare, scrivere un blog)”.

Sono quasi 10 anni dunque che… qualcuno blogga. Spero che questa usanza non si perda… perchè è sempre più bello trovare un posto dove poter leggere un pò dell'”anima” di ciascuno di noi.

Buona bloggata a tutti. 😉

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive con sua moglie in una casa con un ciliegio e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

2 commenti » Scrivi un commento

  1. Pingback: …time is what you make of it… » Archivio del blog » BlogItalia.

  2. Pingback: …time is what you make of it… » Archivio del blog » La potenza dei blog.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.