Giudici… virtuali!

Certo che la gente è strana.

C’è gente che ti spunta di colpo davanti, ti giudica… e va via, convinta di aver capito tutto.

Voglio pensare che la persona di oggi, sia un caso isolato. Voglio pensare che non tutti siano così… pazzi. Non so davvero definirla diversamente.

E’ strano che, dopo aver cenato ed una doccia, mi ritrovo ancora a pensare a questa conversazione. Forse perchè, mi ha colpito tanto per l’irruenza con la quale è arrivata, ha fatto il suo verdetto ed è uscita.

Se siete curiosi, cliccate qui. Ero in chat, che tranquillamente parlavo di studio e università… quando mi è arrivata questa query. Ho riletto le mie risposte, credo di esser stato un pò “sbruffone-superiore”. Non è il mio solito ma… alla presunzione si risponde con un pò di altezzosità. 🙂

Basta basta, prometto che non ci penso più.

Comunque… questa giornata è passata all’insegna del relax. Diversamente dagli altri anni, nessuno ha organizzato niente e così, tutti a casa… ne ho approfittato per dare una ripulita alla stanza… (c’erano vestiti ovunque :-P) e dedicarmi alle mie “cavolatine” che seguo su internet.

E per chi è convinto che non si possa chiamare “pulcina” la propria ragazza perchè non si è maturi, provate a scrivere su google “emanuele e fabiana” (comprese le virgolette) e a premere ‘Mi sento fortunato’. 🙂
(se siete pigri cliccate qui :-)).

Buona serata a tutti e…

TI AMO PULCINA MIA,

Emanuele.

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.