Tempi duri per i pini (e per tutti noi).

Quando io leggo queste notizie qui, mi rendo conto che siamo – inesorabilmente – arrivati alla frutta.

Bosco abbattuto per favoreggiamento alla prostituzione.

C’è poco da dire, ormai il ridicolo lo si tiene stretto per mano, la pazzia o il non-senso imperversa.

Il prossimo passo è svuotare d’aria intere aree: così chi vuole fare qualcosa di illecito dovrà camminare come un palombaro col respiratore. Anche l’ossigeno, d’altronde, gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo della criminalità. Appena se ne accorgeranno arriverà la prossima genialata.

Ma vi rendete conto gli interessi economici (torniamo seri e non lasciamoci prendere per fessi) dove arrivano? Un tempo si insabbiavano le carte, oggi invece ci prendono in giro in faccia tanto sanno che ormai nessuno si indigna più. Ai loro occhi siamo pecore che belano.

Emanuele

2 commenti » Scrivi un commento

    • Io spero che, un giorno, la loro follia collassi su se stessa. Spero di vedere quell’idiozia torcersi contro loro stessi come una voce che non riescono più a controllare, padrona delle loro teste (vuote). Voglio vederli mirare il precipizio e non aver possibilità di rallentare i loro passi.
      E’ uno schifo. Le sparano senza più dignità… dove sono i politici di una volta, dove sono! 😐
      Ciao,
      Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.