Scripta manent.

«Ora voglio fare l’università», è stata la prima reazione dell’interista quando ha saputo di avere ottenuto – con il minimo dei voti, 60/100 – il diploma di maturità all’istituto commerciale a indirizzo giuridico-economico-aziendale, ossia, appunto, la vecchia «ragioneria».

Fonte: Corriere

E’ notizia di qualche settimana fa ma, ve lo dico: se Balotelli si laurea, io lascio l’Italia e mi ritiro in Tibet. Senza se e ma.

Emanuele

18 commenti » Scrivi un commento

  1. non ho capito.
    ci sono molti calciatori che neanche hanno la licenza media e non sanno dire due parole in croce.
    considerato che uno sportivo si allena 5 volte a settimana mattina e sera, è stato un grandissimo traguardo aver raggiunto il diploma di scuola superiore nei tempi previsti.
    e poi in alcune interviste ho sentito balotelli parlare inglese meglio di molti laureati in lingue…
    sei un pò arrogante 😛

    • Skaiwoka, si va benissimo. E’ stato bravo ma… CAVOLI, pensare di potersi pure laureare mi sembra un tantino esagerato. Forse neanche immagina l’impegno che richiede e crede che sia una scuola superiore numero 2. Io non pretendo d’essere un gran calciatore. Lui si allena ore ed ore al giorno (appunto), io invece sto ore ed ore sui libri e mai e poi mai dichiarerò “ora punto al Coppa UEFA”. Due pianeti che non possono collidere. 😉
      Robi17, in effetti il Tibet ha fascino, ha quei monti in cui isolarsi e trovare la pace dei sensi… sono due posti belli per motivi diversi! 😛
      Una promessa è legge!
      Ciao,
      Emanuele

  2. Attento…quando si fanno certe promesse poi è dura tirarsi indietro… 😛 o forse ci speri così aggiungi il Tibet alla tua lista? Prima o dopo l’Africa? 😆 Scherzi a parte buongiorno compagno di parole!
    robi

  3. Ahaha 😀 !! Io condivido in pieno questo post! Anche se, magari, Scienze Motorie potrebbe fare al caso suo! Non penso aspiri a diventare medico o ingegnere! Quindi, forse, una rettifica al tuo imperativo dovresti farla, altrimenti potresti “rischiare” di vederlo davvero il Tibet 😛 !ps spero che l’intrusione non sia sgradita…sono incappata nel blog e non sono riuscita a non lasciare un commento!buona giornata!

    • Ok, non saranno 30 materie d’ingegneria come le mie… ma cavoli, è pur sempre una laurea e per certe cose bisognerà pur sempre mettersi coi libri a studiare…
      In ogni caso, vedremo, tanto il Tibet m’affascina! 😛
      Ciao,
      Emanuele
      PS: macché intrusione sgradita… fa piacere chiacchierare, anzi torna quante volte vuoi! 🙂

  4. AH, Grazie!! 🙂 ..e complimenti per l’esame! l’euforia mista a liberazione, dopo un esame andato bene, è una gran cosa..:ti colora la giornata!Mah…come se l’ansia pre-esame e i giorni passati a faticare e ripetere fino allo sfinimento finalmente trovassero il loro perchè!! Buoni festeggiamenti!

    • Grazie mille… ma oggi è un giorno speciale perché questo non era un esame qualunque. Quest’esame è uno di quelli che uno ricorda negli anni, e che poi magari racconta…
      Ecco, da domani questo sarà il mio passato ed è così bello “averlo in lista”! :joy:
      Ciao,
      Emanuele
      PS: ma perché ti firmi “anche no!”? 😀

  5. Ah,ok… l’esame per eccellenza, insomma, quello che ti porta a chiederti se riuscirai mai a superarlo e pesa come un macigno finchè non l’hai dato!.. e -non so se ti è successo- a volte accade che proprio intorno a quella materia -che già di suo è oggettivamente difficile e puntualmente viene insegnata da un docente sadico- ognuno,(intendo i tuoi compagni di corso) racconta un aneddoto diverso e se ti fai influenzare dalle voci la tua autostima…: precipita!!! :-)ps la risposta al perché di “anche no” è duplice: 1) sono, per natura, “bastian contraria” e quindi alla casella “nome!”(che mi suonava come un imperativo categorico),la risposta spontanea è stata “Anche no!”(tradotto: col cavolo che te lo dico!). Ma c’è anche un secondo motivo ed è che fondamentalmente sono una nemica dei social network (facebook in primis) e dell’eccessiva condivisione o meglio dell’incontrollata condivisione di informazioni e quindi non mi andava di usare il mio nome!(Anche se, capirai che arcano, ti basta leggerlo dall’indirizzo mail!) 😀 Ps Questo blog ha un “quid” in più.. leggendolo non si riesce a non voler rispondere alle provocazioni/discussioni!!

    • Precisamente! Professore sadico, storico e irremovibile. La mia autostima cercavo di non lasciarla influenzare anche se ammetto che stamattina ho creduto non ci fossero, nuovamente, speranze… e invece… da oggi cambia la mia vita! :joy:
      Riguardo alla privacy, son d’accordo… ma potevi anche usare uno pseudonimo (a meno che proprio “anche no” non lo rappresenti già…) anche perché questa storia mi è chiara solo adesso! E poi hai un bel nome! 😀
      Comunque condivido l’attenzione, io su Facebook non mi sono mai iscritto e un anno fa un amico aprì un gruppo per farmi iscrivere… incredibile! 😀
      Grazie per il “quid” in più. Si vede che gli interlocutori, da entrambi i lati, sono interessanti! 😉
      Ciao,
      Emanuele

  6. Buongiorno!! Ma dai? Condividi la mia antipatia per facebook? Ma pensa!..ed io che pensavo che dopo il mio commento mi avresti considerata.. “jurassika”.. 😀 Sembra inverosimile la storia del gruppo, … da non credere… !!… la prossima mossa quale sarà? te lo imporrà coercitivamente?:-)Io,invece, feci una scommessa con un amico: lui diceva che era sicuro che prima o poi mi sarei “mangiata” la parola data e mi sarei fatta il mio bel profilo, anche perché –usò testuali parole- “voi donne, si sà, siete volubili!”. A parte che nel momento stesso che pronunciò la frase provai un senso di repulsione, perché queste frasi, prive di fondamento e generaliste, non sono ben accolte dalla sottoscritta 😉 … e poi, se faccio una scelta è perché ho valutato pro e contro e quindi rimango nella mia posizione !…lungi da me “iscriviamoci perché è una moda e lo fanno tutti!” ..ps grazie per il nome .. ma non ti autorizzo ad usarlo! 😀 Ehi, sbaglio o “quell’anche no!”, non ti va giù?!.. vedila così : il nome è troppo personale, lo pseudonimo è fasullo, l’anche no è … innocuo!!!Buona giornata !

    • Ma che jurassica! Jurassica sarà la massa che, da sempre, si adegua a ciò che le viene proposto! E’ una tendenza antica… tutti pecore di un pecoraio non riconosciuto come tale!
      Anch’io non finirò su Facebook… tanto gli amici, quelli che ho voglia di sentire, più o meno distanti so bene come cercarli: telefono, email o… se son vicini, ovviamente di presenza!
      Di Facebook ne ho parlato più volte sul blog e mi sembra l’annullamento delle distanze che, come la “vicinanza” fa parte della nostra vita per un motivo ben preciso! Amici di tutti il cavolo!
      Comunque ormai sei “anche no!” pure per me… così non preoccuparti per il nome da mettere in quel campo, basta che non decidi – per ribellione – di non scrivere più da queste parti! 😛
      Ciao,
      Emanuele

  7. ..peccato non ti possa arrivare il mio applauso!!!… le tue affermazioni le approvo in pieno 🙂 … ovviamente ognuno è liberissimo di fare le sue scelte, ma a me sembra un paradosso arrivare a scriversi tramite facebook con il proprio vicino di casa( e sottolineo IL PROPRIO VICINO DI CASA!!) e magari uscire e non salutarlo o non fermarsi a scambiare due parole .. e, purtroppo, di persone così ne conosco!!…è un sistema MA-LA-TO!! … ps tranquillo, nessun moto di ribellione…almeno per ora 🙂 !! Ah..buon non compleanno!Dal tuo ultimo post si può desumere che hai una leggerissima “predilezione” per i numeri! O ANCHE NO?!ciao.

  8. Che tristezza… sempre più “isole virtuali”, piuttosto che persone realmente collegate da sentimenti!
    Grazie mille per il “non compleanno” e, si, i numeri li rivedo in tante cose… ci gioco, li plasmo pure a mio piacimento… passione condivisa? 🙂
    Ciao,
    Emanuele

  9. Ah, però!!…è proprio un interesse curioso questo dei numeri:-) Per quanto mi riguarda, mi affascinano moooolto di più le parole, invece!! …Quando sfoglio una pagina di un libro scritta magistralmente e le parole arrivano ad emozionarmi.., quando la loro disposizione è pressoché perfetta e penso che non potevano proprio essere ordinate diversamente, perché, anche cambiandone una soltanto, la magia non sarebbe stata la stessa. Quando, insomma, le parole sono così armoniose che non posso fare a meno di rileggerle e di invidiare quell’autore perché è riuscito a “toccare le corde giuste! “… Beh, solo il fatto di assaporare questo “foglio” ben scritto mi fa sorridere (primo step) e subito dopo, se penso ne valga davvero la pena, devo andarlo a condividere con quel “santo” di mio padre.. perchè sò che ha esattamente la mia stessa sensibilità e lo saprà apprezzare!!! Quindi la mia croce e delizia -l’avrai capito- sono i libri!! .. però, anche il sentirle pronunciare certe parole..eufoniche! 😀 A proposito di libri: per cercare di individuare cosa intendessi per “la pazzia” che ti sei concesso dopo l’esame( e per sapere se ho avuto ragione mi pare di aver capito di dover aspettare fino al 31!!..sigh) sono andata dritta alla “lista dei desideri” e, non potendo non guardare nella voce “libri”, ho trovato (GRAZIE A TE!!!), apprezzato e letto il libro “Neve”… Ho pensato che sarei un’ingrata se prendessi senza darti nulla in cambio e quindi ti vorrei consigliare anch’io un libro -se non l’hai già letto,ben inteso!-. Si tratta di “Lo Zahir” di Coelho. A dire il vero , ho apprezzato più d’uno dei libri di questo autore, e quindi mi è pure difficile fare una scelta … ma, cronologicamente, è quello che ho letto per ultimo e non mi ha lasciata indifferente!!:-) ps lo sò, ho abusato fin troppo del tuo spazio , proverò ad essere più concisa!!;-) Ciao!!

  10. “Anche no!”, numeri e parole sono due modi per descrivere la realtà. Si può vedere la poesia in entrambi… la natura è dettata da regole descritte matematicamente esplicitate attraverso parole. Le parole sono belle, amo scriverle e leggerle. Amo sceglierle, può sembrar strano ma non mi accontento della prima che incontro…
    Neve è un libro bellissimo, l’ho nel cuore e in questi giorni mi torna in mente più spesso del solito per un motivo che quando svelerò la sorpresa capirai.
    Di Coelho ne ho letti vari e mi piace tanto il suo spiritualismo. Hai mai provato qualcosa di Terzani? 🙂
    Ah… non capisco perché parli di “abusare del mio spazio” se per me è un piacere unico poter dialogare attraverso i commenti…! Magari “abusassero” tutti! 🙂
    Francesco, eh, io prenoto… ma chi paga? 😛
    Ciao,
    Emanuele

  11. Ciao!!… No, non mi sembra strano il fatto che tu ti metta a scegliere le parole, e questo perché una parola non vale l’altra! A volte anche a me sembra che tutto possa dipendere da un sinonimo calzante e che sia questo a far sì che le mie parole siano il riflesso nitido del mio pensiero!:-) .. già, anch’io ho letto più di un libro di Coelho ( quanto bello è “l’Alchimista???!!) …e Terzani, non lo conosco, o meglio, non lo conoscevo fino a stamattina quando ho trovato “La Fine è il mio Inizio”… e, ti dirò, non dò mai un giudizio su un libro finché non l’ho concluso, ma questo -al di là di come andrà a finire- sò già di poterti dire che è un Gran libro.. (anche perché me ne stacco difficilmente 🙂 … ) . Vorrei arrivare anch’io al capolinea del viaggio-vita senza rimpianti, con un senso di accettazione, anche se, adesso, mi sento ancora di dover far tutto!! Lascia un po’ il senso di vivere meglio e di farlo fino in fondo , o no? … e l’inizio mi è piaciuto, quando, anziché parlare di morte ( che ha sempre un connotato tanto negativo), parla di “voler lasciare il corpo”..Non ti so dire l’esatta connessione ma leggendolo mi è ritornato alla mente un film, “Departures”, che ruota attorno ad una tradizione giapponese sul rito della deposizione, di una delicatezza commovente!!!ciao..

    • La fine è il mio inizio” e “Un altro giro di giostra” sono i due libri che ho letto di Terzani, non saprei dirti qual è il più bello… forse proprio il primo ma anch’io, come te, apprezzo leggere quella “vita vissuta con pienezza” che traspare da quelle pagine. Voglio che la mia sia simile… :joy:
      Ciao,
      Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.