Beautiful day.

E’ un bel giorno, il cielo è a portata di mano,
e tu ti senti come se fosse un bel giorno.
E’ un bel giorno…

U2Beautiful day

Giornata iniziata con un’ora e tre quarti di autostrada. Passi. Passi anche che il TomTom certe strade le sconosceva completamente e dovevi andare a naso.

Intanto quel momento si avvicinava inesorabile. La PandaPanda mi stava accompagnando verso quella scrivania. Una scrivania e una sedia tutta mia. Potrà sembrare poco ma… ero emozionato. Persino più emozionato di quando sono andato a parlare in azienda, Venerdì (anzi devo dire di essermi reso conto che quello – in fin dei conti – era un colloquio solo dopo esser stato li… son proprio idiota… :-|).

“Salve, sono il tirocinante, venuto qui per la tesi…”. Due secondi di presentazioni con la segretaria dell’azienda e poi su per le scale.

Ho iniziato a prendere in mano l’argomento della tesi, ho la testa gonfia come un pallone ma sono felice. Felice quanto i miei genitori che ho sentito felici per me in maniera particolare.

Non è ancora nulla di serio in fondo… continuo a ripeterlo un po’ a tutti, ma la realtà è che comunque sono – in ogni caso – seduto su quella sedia per almeno 6 ore al giorno: volenti o nolenti è bello ed è un traguardo raggiunto con non pochi sacrifici.

Ne mancano ancora altri per festeggiare, lo dicevo ieri a mio fratello e continuo a dirlo a me stesso. Però sono felice. 🙂

La doccia di stamattina è stata speciale tanto quanto il pranzo con “i colleghi” che ho iniziato a conoscere.

Ci sarà tanto da scoprire e sicuramente riceverò tanto da questo periodo… ma voglio prenderlo con le pinze: ho paura di illudermi. Intravedo il futuro ma voglio mantenere i piedi ben saldi al pavimento…

Come se fosse un bel giorno…

Emanuele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.