Madagascar 2.

Ieri sera prima di andare a nanna, ho visto Madagascar 2. Avevo già visto il primo*… e devo dire che anche questo m’è piaciuto tanto.

Bella anche la storia d’amore tra Melman (la giraffa) e Gloria (l’ippopotama). :love:

Stavo scegliendo “Lasciami entrare“, ma quando ho letto “horror – drammatico” ho capito che non era il caso!

Così, mentre il resto del mondo (e il 90% dei miei amici) aveva gli occhi puntati sul ritorno di Lost, io ero immerso in “mi piace se ti muovi, mi piace quel che muovi… e allora… MUOVI!. :dogarf:

Emanuele

10 commenti » Scrivi un commento

  1. visti entrambi e bellissimi entrambi, ma anche io propendo più per il primo (nonostante nel secondo ci siano delle scene che mi hanno fatto ghignare davvero un sacco :-D).
    Che poi, senza avere nulla contro una possibile relazione lesbica, ma perchè ero convinta che Melman fosse una femmina e non un maschio?? 😕

  2. A me ieri sera e’ presa la voglia di farmi una partitella a Resident Evil 3 😎

    Meno male che ci sono io a portare un po’ di sani principi su sto blog, senno’ tra cartoni, telefilm e Cremonini… 😛

    A proposito, stasera mi sto ascoltando Master Of Puppets e And Justice For All dei Metallica, non li sentivo da ben un paio di mesi 😐

    • Giulia, in effetti il sesso di quegli animali (leoni a parte) non è facilmente distinguibile… 😐
      Paciccia, grazie! 😉
      Ska… che vuoi farci, avrò seriamente qualche blocco mentale. Non riesco ad uscire dalla fase della pre-adolescenza! 😎
      Ciao,
      Emanuele

    • A me, continuo a dirlo, sono piaciuti entrambi. Nel primo forse fa ridere la novità, in questo invece ho apprezzato di più i personaggi, “strambi” nella loro singolarità. (“Ah, ma siamo tutti uguali?!!?” :-D).
      Ciao,
      Emanuele

  3. Meglio la tua fase pre-adolescenziale che ti porta a guardare Madagascar 2 che quella adolescenziale di chi guarda Lost, tra i due quello che si diverte di piu’ e che trova maggior piacere nel guardare quel che gli piace sei sicuramente tu 😛

    Poi ci sono gli psicopatici come me che giocano ai giochi violenti ascoltando musica violenta e guardando film indovinate come, l’importante e’ che siano soltanto gusti dal punto di vista della finzione e non anche simulacri comportamentali nel mondo reale (mi e’ venuta cosi’ la frase ma non so se e’ corretta dal punto di vista dei significati 😀 )

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.