“Sto con persone che mi apprezzano”.

Ci sono frasi che a distanza di tempo, mentre stai guidando, ti tornano in mente come lampi… e ci ripensi e gli dai pure un senso finalmente.

Essere apprezzati, dipende da chi abbiamo di fronte… o dipende da noi?

Credo che il requisito fondamentale per essere apprezzati è …essere – almeno – al livello del nostro gruppo di pari.

Quando si è ragazzi, per essere apprezzati dagli amici, automaticamente si cerca di essere “fighi” agli occhi del gruppo. Si fa quel che fanno loro e forse lo si esaspera anche un tantino per aggiungere quella briciola di pseudo-personalità. Capelli particolari, occhiali alla moda, “fancazzismo generale”… insomma, chi più ne ha più ne metta.

Quando ci si ritrova tra adulti, l’unica maniera per essere apprezzati è dunque quello di esser adulti anche noi.

Se ci capita spesso di non essere apprezzati, probabilmente dovremmo rivedere un po’ ciò che siamo e non pensare esclusivamente di aver incontrato “gruppi di snob” (snob nel senso lato del termine).

Se c’è capitato in passato e adesso non ci capita, probabilmente in precedenza ci siam fatti conoscere diversamente.

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive con sua moglie in una casa con un ciliegio e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.