Laica EP1480: bilancia impedenziometrica.

Qualche settimana fa ho comprato una nuova bilancia, visto che la vecchia era andata in frantumi.

Bilancia LAICA EP1480Considerato il prezzo non esagerato (poco più di 30€) ho scelto la LAICA EP1480 (foto a lato), una bilancia impedenziometrica.

Oltre ad essere una bilancia elettronica (con 4 memorie/profili che tengono in considerazione: età, sesso ed altezza), questa bilancia misura anche la percentuale di grasso corporeo, la percentuale di acqua ed il metabolismo basale.

Come funziona una bilancia impedenziometrica? Il meccanismo è banale. Innanzitutto bisogna salire sulla bilancia a piedi nudi ed asciutti. Attivata la funzione (è possibile effettuare anche una semplice misurazione del peso), la bilancia invierà, tramite due elettrodi posti nel piatto, un debole segnale elettrico che attraverserà il nostro corpo.

La bioimpedenziometria è una tecnica abbastanza giovane (nata intorno agli anni ’70) che sfrutta la resistenza elettrica dei fluidi che attraversa. Senza approfondire troppo il discorso, basta dire che un segnale elettrico ha più difficoltà a passare quanto più la sostanza da attraversare è grassa.

Se consideriamo la posizione del nostro corpo durante una misurazione, ci accorgiamo che i due piedi (e la porzione inferiore del nostro corpo) chiudono il circuito rispetto ai due elettrodi posti nella base.

La bilancia impedenziometrica, in base al tempo (ma non solo) necessario al passaggio del segnale attraverso le nostre gambe, misurerà la percentuale di massa grassa.

Il risultato è abbastanza preciso (si parla di uno scarto dovuto all’impresione dell’apparecchio intorno al 2%) tranne in alcuni casi.

Va infatti considerata una cosa: l’elettricità, durante il suo viaggio da un piede all’altro, tenderà a percorrere il percorso più breve. Per questo il risultato di una bilancia impedenziometrica tenderà a privilegiare i valori rilevati nella parte inferiore del corpo (gambe e basso ventre). Esistono altri sistemi bioimpedenziometrici che utilizzano più punti di rilevamento. Ad esempio in alcune farmacie esistono dei misuratori che sfruttano degli elettrodi da attaccare alle dita delle mani. Ovviamente, come facilmente deducibile, quei sistemi soffriranno del problema opposto: privilegiano, durante la misurazione, la parte superiore del corpo.

L’ideale sarebbe una bilancia con almeno 4 punti di misurazione (un elettrodo per ogni arto), sebbene nella normalità le bilance in vendita vadano più che bene.

Perché “nella normalità”? Perché, ad esempio, il fisico di un tennista è solitamente più sviluppato superiormente, mentre quello di un ciclista lo è inferiormente. Il risultato nei due casi è falsato perché la massa grassa e la massa magra non è uniformemente distribuita e sviluppata nel corpo dei due atleti.

Per analizzare un po’ i dati, prendiamo in considerazione le due tabelle sotto.

UOMO:

Età Sottopeso Normale Sovrappeso Obeso
<39 inferiore all’8% 8-20% 20-25% superiore al 25%
40-59 inferiore al 11% 11-22% 22-28% superiore al 28%
>60 inferiore al 13% 13-25% 25-30% superiore al 30%

DONNA:

Età Sottopeso Normale Sovrappeso Obeso
<39 inferiore al 21% 21-33% 33-39% superiore al 39%
40-59 inferiore al 23% 23-34% 34-40% superiore al 40%
>60 inferiore al 24% 24-36% 36-42% superiore al 42%

Queste due tabelle indicano la percentuale totale di “grasso” presente nel nostro corpo. Il grasso totale è dato dalla somma del “grasso essenziale” (o primario) e del grasso di scorta (o di deposito).

La percentuale di grasso essenziale è, per gli uomini intorno al 4% e per le donne intorno al 12%.

La percentuale di grasso di scorta invece è del 12% per gli uomini e del 15% nelle donne.

Ovviamente il grasso di scorta è teoricamente superfluo per le normali necessità dell’organismo sebbene una minima quantità sia necessaria per un buon stato di salute soprattutto per chi svolge attività fisica.

In totale dunque, la percentuale di massa grassa (essenziale più superflua) si attesta intorno al 16% negli uomini ed al 27% nelle donne.

Per fare un esempio, prendo i valori riportati dalla mia bilancia dopo essermi pesato.

La percentuale di massa grassa totale nel mio corpo è risultata del 13,3%. Un pizzico sotto “la media” ma comunque, come si evince dalla tabella (ho 25 anni), nella piena normalità.

La mia massa magra dunque rappresenta l’86,7% del mio peso (100% – 13,3%).

Continuando, la bilancia ha rilevato il 61,5% di acqua. L’acqua è la componente princiale della massa magra e rappresenta circa il 60% del nostro peso.

Le donne, avendo generalmente più tessuto adiposo rispetto agli uomini, hanno una percentuale d’acqua corporea che si aggira intorno al 55-58% circa, gli uomini intorno al 60-62%.

Anche qui, quindi, il valore rilevato per il mio corpo risulta dentro la media.

Va comunque ricordato che la percentuale d’acqua è maggiore nell’infanzia (alla nascita i bambini sono come dei bidoncini d’acqua… raggiungono il 70-77% di acqua nel loro organismo) e va diminuendo con l’avanzare dell’età e con l’aumentare dei tessuti adiposi. Nelle persone anziane la percentuale scende al 45-55%.

Un ultima cosa – da salutisti – non pensate che i fisici degli sportivi siano necessiariamente i più longevi. Avere troppi muscoli infatti affatica non solo l’apparato cardiovascolare ma anche le articolazioni ed il metabolismo (i muscoli producono più scorie…) e nella storia si è visto inoltre che a viver più a lungo non fossero gli uomini più muscolosi ma quelli più longilinei.

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive con sua moglie in una casa con un ciliegio e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

13 commenti » Scrivi un commento

  1. Ho fatto lo stesso acquisto, solo di un’altra marca…sfortunatamente la prima che mi hanno inviato aveva dei seri problemi di taratura, diceva max 150kg e bastava schiacciare col mignolo che andava fuori scala (o magari sono un sayan e non me n’ero mai accorto 😕 ), adesso aspetto che me la cambino!

  2. Hai controllato che la forza di gravità dentro casa tua fosse quella del resto del pianeta? 😛
    Potrebbe anche dipendere da questo… 😀
    Ciao,
    Emanuele
    PS: quali sono i tuoi valori? 🙂

  3. Interessante articolo, dovrei comprarne una pure io, ma già ne ho 2 e piuttosto imprecise…
    Io sto al limite dell’obesità, ma sto facendo grandi sforzi, ieri 30 km in bici, oggi 8km di corsa, ma i risultati si fanno attendere,eh ma io mica mollo cosi facilmente…

  4. Beh dai, volere è potere! Vedrai che col tempo perderai i chili in più. Se può aiutarti, sappi che un mio amico ha perso in circa un anno e mezzo oltre 40kg. Si è veramente messo sotto… e la cosa principale è iniziare a mangiare in maniera corretta. Una sana ed ordinata alimentazione è alla base di tutto.
    Io ho il problema contrario. Per raggiungere il mio peso forma devo riuscire a salire di 3-4kg ormai. Manca poco… 🙂
    E pedalo anch’io. E quando sudo penso: maledette gocce… dove andateeeee!! 😛
    Ciao,
    Emanuele

  5. stormy da buon conoscitore della materia ti confermo che il 90% degli sforzi devono essere sul campo alimentare, va benissimo fare sport ma per dimagrire bisogna saziarsi di verdure (e’ una battuta che semplifica il concetto)! Basta abituarsi e tutto il resto viene di conseguenza! :joy:

  6. Ah, per i miei valori…mi pare intorno al 15% la bf (conseguenza della dieta del periodo, sto provando a vedere se allenandomi ad alta intensita’ metto su qualcosa di massa magra) e l’acqua boh…misurero’ bene quando ne avro’ una funzionante al 100% 😀

  7. buahauhauhauahuah buona fortuna con la laica, ne ho comprate due e tutte e due fuori taratura 😀

  8. Boh, io fin ora ho rilevato il peso in linea con quello indicato dalla vecchia bilancia (anch’essa elettronica ma non impedenziometrica).
    Di quanto sbagliava la tua bilancia?
    Ciao,
    Emanuele

  9. stasera controllo sulla bilancia del mio coinquilino.
    dovrebbe essere impedenziometrica ma non sapevo leggerla.
    l’unica cosa sicura è che ho circa il 56% di acqua.
    gli altri due dati dovrebbero essere massa magra et grassa.
    ma i calcoli non tornano… o forse mi da solo acqua e massa grassa ed è normale che non ritorni 100%, giusto?
    stasera controllo i dati con questo preziosissimo articolo.
    grazie mille, eh?
    (grazie mille si fa per dire, questo conferma il fatto che sono sovrappeso nonostante dieta e palestra, cribbio!!)
    😥

  10. Si… la massa magra si calcola sottraendo al totale (100%) la percentuale di massa grassa.
    Di acqua ne risulta pochina effettivamente… ma forse è compensata dalla – troppa – massa grassa. 😛
    Mangia più verdure, come diceva Ska, è uno dei metodi per ingrassare meno. Le verdure contengono fibre, fanno bene, riempiono e non contengono grassi. 😉
    Una scodella di insalata e via… 😛
    Ciao,
    Emanuele

  11. Un piccolo off topic…claudio grazie mille per il tuo mitico sito (raptxt), per gli amanti del genere e’ assolutamente fondamentale!! :joy:

  12. 😉 per essere precisi sottolineo una piccola imprecisazione (gioco di parole) nell’articolo iniziale ….
    “Un ultima cosa – da salutisti – non pensate che i fisici degli sportivi siano necessiariamente i più longevi. Avere troppi muscoli infatti affatica non solo l’apparato cardiovascolare ma anche le articolazioni ed il metabolismo (i muscoli producono più scorie…) e nella storia si è visto inoltre che a viver più a lungo non fossero gli uomini più muscolosi ma quelli più longilinei” …..
    Confusione tra fisico da sportivo e quantità di muscoli … Ha perfettamente ragione a dire che troppa massa muscolare affatica nel complesso il nostro organismo… Io sono un maratoneta e ho un fisico sportivo … solo muscoli e poco grasso … Avere un fisico sportivo non è sinonimo di culturista … non trovi !!!

  13. Tu sai la % di massa muscolare su che totale é calcolata? Sul totale del peso? Perché se si somma % di massa grassa, acqua e massa muscolare viene piu del 100%! com’é possibile?

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.