L’eeePC sta facendo la storia.

Sono appena tornato da una festa di laurea. Dopo una giornata diviso tra università e palestra, potete immaginare le mie condizioni…

Durante la serata però, una signora sulla quarantina (diretta a me da mio fratello, non che ci provi con le quarantenni! :-D) mi chiede informazioni sul nuovo sistema “Linus…”.

Dopo un paio di battute, le spiego che probabilmente voleva dire “linux”, sistema che per lei esiste da quando esiste l’eeePc.

Bene, rallegrato le spiego un po’ come funziona la cosa… e in quello stesso momento mi rendo conto che quel piccolo giocattolino bianco sta indubbiamente facendo la storia.

In questo periodo l’ho osservato da lontano incuriosito. Il mio MacBook con i suoi 4 pollici di grandezza in più mi fa vivere già in un mondo incantato… ma per chi non può permetterselo, un computer “con linus” 😉 installato pronto a collegarsi ad internet per appena 300€ è senza dubbio una cosa da non sottovalutare. Considerato che con 300€ la gente acquista un cellulare, avere un mini-computer allo stesso prezzo, è senza dubbio interessante e non è assurdo immaginarlo come futuro regalo per lauree, compleanni, etc.

Dimensione Asus EeePC confrontato con una custodia DVD“Entra in una borsa”… si, è proprio così, quella signora era stupefatta dalla compattezza e senza dubbio, per le donne, poterlo portare in giro così facilmente sarà una bella novità.

Si parla già da qualche tempo di una nuova versione… con uno schermo più grande, maggiore memoria e – wow – un chip WiMax integrato.

Personalmente penso che non durerà tanto neanche quella versione… la rivoluzione che questo giocattolino sta segnando porterà nei prossimi mesi ad una bella concorrenza nel settore degli ultra-portatili.

Non vorrei sembrare il Nostradamus della situazione, personalmente però consiglierei di attendere 8-10 mesi prima di prenderne uno. Ad esempio, è notizia di poche ore fa che MSI abbia sfornato il diretto avversario: Wind.

L’eeePc attuale è una specie di test, una scommessa che sta sondando il terreno per vedere a quanta gente avrebbe fatto gola un prodotto le cui caratteristiche principali sono il prezzo contenuto, le grandi doti di connettività e la compattezza.

Ormai, fortunatamente per Asus, la scommessa è vinta, e il nuovo mercato è in fermento… le novità migliori arriveranno in futuro.

E chissà, magari un giorno accanto al mio stupendo MacBook affiancherò un giocattolino da 300€ che grazie al wimax potrà essere potenzialmente “always on” e che, per via del costo decisamente inferiore, avrò meno timore di rompere/perdere quando sono in giro.

Intanto, mi auguro che quella signora decida di fare questo “grande passo”. Vedere sempre più gente abbandonare il mondo delle finestre è anch’essa una rivoluzione che pian piano sta prendendo piede… 😉

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

15 commenti » Scrivi un commento

  1. Appena ho visto la prima news, qualche mese fa, ho capito subito quel che sarebbe successo…e ho commesso lo sbaglio di non averlo preso immediatamente, ora non se ne trovano piu’ e stanno spuntando come funghi le soluzioni degli altri produttori, che fanno solo venir voglia di aspettare ancora!! Io lo voglio adessooo 😥

  2. Io ce l’ho, però mi rendo sinceramente conto di una cosa ad averlo comprato non è “la signora” o “il bambino” ma bensì gli smanettoni che hanno provato ad installare di tutto!

  3. Sai, io non credo che l’eeepc vada considerato solamente come un portatile “per chi non può permetterselo”, ma come un prodotto completamente a se stante (un subnotebook, come è di moda chiamarli ora): meno potente di portatili veri, ma anche molto più leggero (9 etti contro 2,3 kili del tuo mac). Secondo me avrà/sta avendo successo non tanto come alternativa al portatile ma come dispositivo da affiancare ad un desktop/portatile più potente.
    E il budget che avevo previsto per il Neo1973 ora è stato destinato per l’eeepc900 😉

  4. io ce l’ho ragazzi preso e grazie al contributo dei co.co.co con soli 99 euro è stato mio 🙂 ne sono strafelice e sinceramente non credo che ci sarà tanata concorrenza..innanzitutto MSI non è nella grande distribuzione, (mai visto un notebook MSI da medi@world o Uni€) ed il modello niovo che arriverà (non si ancora bene quando) costerà sicuramente di più (si parla di 400 Euro) avvicinandosi quindi alla soglia dei 600 euro per notebook di fascia bassa. Per me che un notebook sarebbe servito a scrivere e navigare senza accendere la “bestia” (il fisso) di casa è una manna…bello, elegante, super portatile e autonomia ottima… insomma… per chi lo usa cm me è straconsigliato 😉 …in più era da tempo che volevo imparare linux e così ne ho l’occasione 🙂

  5. Thunder, riguardo alla concorrenza io credo andrà diversamente… ma staremo a vedere.
    Per il resto non posso che darti ragione, per certe funzioni è più che sufficiente. Io stesso col MacBook non trovo più motivi per accendere quel grosso cassone con tutte quelle ventole…
    Ska, aspetta… in fin dei conti hai vissuto bene fino ad oggi. 😀
    Pix, si è vero… e io sono stranamente combattuto – per il futuro – tra questo ed un iPhone.
    Ciao,
    Emanuele

  6. Thunder se posso dire una cosa Xandros fa tutto eccetto che insegnarti ad usare linux :/

    @Emanuele: perchè mi è arrivato un trackback da questo post e non c’è link al mio blog da nessuna parte? Te lo sei rimangiato? 😛

  7. Scommessa? Sondando il mercato? Per chi non può permettersi altro?
    Ahem, io direi che l’EEEPc è una perfetta alternativa ad un portatile comune per chi ha bisogno di mobilità e non può permettersi un (in)utile MacBook Air, MacBook (già più utile) o similare.

  8. Dragonite: perfetta alternativa? Un monitor 800×480? E’ una ottima soluzione per chi abbia bisogno di un aggeggio in piena mobilità, ma sicuramente non un sostituto di un notebook per lavorare. E non dimenticare che ha appena 4gb di spazio… il mio Macbook è 30 volte più capiente, pesa solamente un chilo in più ed ha una autonomia di oltre 4 ore.
    Ciao,
    Emanuele

  9. il mio Macbook è 30 volte più capiente, pesa solamente un chilo in più ed ha una autonomia di oltre 4 ore.
    …oltre ad essere il doppio di dimensioni rispetto all’eeePC…e le 4 ore le raggiunge anche l’eeePC… anch’io sono stato tentato dal Macbook a Natale, e lo sto usando tutt’ora nello studio dove lavoro, ma credimi che tra i due è nettamente più portatile l’eeePC, poi se pensi che ci puoi fare anche presentazioni collegando la VGA è perfetto (tra l’altro il Macbook ha pure bisogno di un addattatore per la VGA-DVI) 😎

  10. Senza dubbio Thunder, ma non mi si può dire che l’eeePC è un sostituto perfetto di un portatile. Ci sono cose che un portatile ha che – senza dubbio, per forza di cose, sull’eeePC mancano. Sia solo la possibilità di affittare un dvd e guardarselo.
    Riguardo l’adattatore beh, serve se hai un monitor VGA e non DVI. 🙂
    Ciao,
    Emanuele

  11. sul macbook -versione base da 1090 Euro- serve anche con il DVI… in ogni caso è vero, senza lettore è limitato da quel punto d vista (poi vedersi un DVD su un 7″ risulterebbe molto precario 😛 ), ma nel mio caso che faccio 50% di internet e 50 di scrittura, è più che azzeccato…senza contare che il macbook quando lo trasporti lo senti nella borsa sulla spalla mentre l’eePC no 😉 😆 cmq è vero, sono due prodotti distinti per clienti differenti… 😎

  12. Si infatti Thunder, è ciò che cercavo di dire a Dragonite. Io stesso ho scritto nel post che un giorno, probabilmente, accanto al mio MacBook ci sarà un “cosino simile”. Però da qui a dire che si tratti di un notebook-replacement ce ne passa.
    L’eeePC lo vedo molto come un internet-device, anche perché gira e rigira, è l’unico utilizzo che leggo in giro.
    Ciao,
    Emanuele

  13. No Manu, penso che tu non abbia letto una parte del mio commento.
    io direi che l’EEEPc è una perfetta alternativa ad un portatile comune per chi ha bisogno di mobilità
    Tu pensi che ad uno che usa il portatile in mobilità gli freghi di vedersi un DVD?
    Gli interessa il peso, le dimensioni, la connettività, la possibilità di scrivere una mail o un documento Word (e lo dico per esperienza quasi diretta)

  14. usando una frase della mia città… quanto vuoi mangiare mangi….
    Se ti serve qualcosa di più potente del cucciolo asus te lo prendi, se invece non hai molte pretese allora va benissimo il cucciolo asus

  15. Pingback: Il blog di Zobbi.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.