Mac OS X: riavviarlo è un optional.

Ho appena installato un aggiornamento di X11, segnalatomi da AppFresh, simpatica utility per Mac che controlla automaticamente se tutto il software installato è aggiornato alla versione più recente.

X11, purtroppo, ha richiesto il riavvio del sistema operativo per completare l’aggiornamento andando ad interfacciarsi con il sistema in modo molto profondo.

Macbook - UptimePrima di riavviare però, ho controllato tramite iStat Pro (uno dei migliori widget secondo me…) l’uptime del mio MacBook.

Il risultato che vedete a lato (7 giorni e 6 ore) mi ha sorpreso perché non avevo completamente fatto caso che nell’ultima settimana non avevo mai riavviato.

Chiudevo il monitor e amen.

Nessun rallentamento, nessuna instabilità… niente che potesse farmi pensare ad un appesantimento del sistema dovuto ad un lungo periodo di lavoro. Tutto risultava ancora veloce, neanche Windows virtualizzato mi ha permesso di sospettare alcunché.

Chissà per quanto sarei andato ancora avanti se non avessi eseguito questo aggiornamento…

Insomma, riavviare Leopard è un optional. 🙂

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

8 commenti » Scrivi un commento

  1. Non esageriamo… 😀
    Con Windows Vista si può avere un uptime illimitato se non si fanno aggiornamenti che richiedono il riavvio o se non si installano programmi che richiedono anche il riavvio.
    Sono finiti i tempi di windows 98 quando windows aveva problemi di stabilità ma a quanto pare sono solo io a capirlo :eeeh: :o, o usate ancora il/l’ 98/me con la pach che lo trasforma “graficamente” in XP o in VISTA??? 😯
    Consiglio del giorno…. impariamo (mi ci metto anch’io eh…) ad usare l’O.S. Windows e finiranno i problemi :lol:.

    P.S. Con questo non voglio sminuire ne Leopard ne sistemi come Linux o FreeBSD sono gusti, voglio soltanto affermare tranquillamente la stabilità e l’efficienza che “ormai” i sistemi microsoft hanno conquistato da un pezzo.

  2. hi hi hi .. 7 giorni? solo? la normalità, in assenza di aggiornamenti critici, é almeno un mesetto! 😛

  3. E dai!!!Non fate così, che poi mi sale l’invidia.Io sono ancora costretto a usare windows xp Professional(che tra l’altro è un aggiornamento, e ora winzoz non lo riconosce e ogni volta che accedo col mio utente devo aspettare 5 secondi) 👿

  4. Io non ho mai riavviato Windows, se non per alcuni update. Non è una cosa così strana, eh.

  5. Fanboysmo? 😛 Windows lo uso anch’io, e anch’io non lo riavvio spesso (amata sospensione…), però ogni tanto inizio a notare i segni di affaticamento. Qui tutto stava filando liscio come l’olio.
    Ciao,
    Emanuele
    PS: Marco… maledetto update! 😀

  6. Cosa penso di Windows (soprattutto Vista): ill:
    Ma sono l’unico che odia winzoz (grazie a mio fratello!)? Secondo me ha dei buchi enormi ‘sto sistema, e poi mi pare (e dico pare, non voglio seminare zizzania!!) che Vista sia una imitazione riuscita male di Mac Os (in generale).
    Il mio problema più grande e che sto computer ha dei problemi con la grafica (non so quale) e quindi non posso installare Linux, perchè altrimenti avrei abbandonato winzoz da un casino.

    Vabbè, sempre in gamba. I miei ossequi! 😀

  7. Io uso Vista da quando è uscito, non si è mai e sottolineo MAI inchiodato, rallentato o diventato inutilizzabile a tal punto da richiedere un riavvio (e stessa cosa per XP, per altro).
    Io penso, sottolineo il PENSO, che un sistema operativo, come ad esempio Windows, vada saputo usare.

  8. Pingback: E che noia gli aggiornamenti… - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.