Meglio dormirci sopra.

Qualche giorno fa, dopo aver sentito alcune cose in famiglia… volevo scrivere un bel post sul perché sono stra-convinto che i soldi non facciano la felicità.

Stasera ho vinto 7 euro giocando a carte (probabilmente l’ultima giocata per queste feste…), mentre oggi, da Decathlon, ho speso circa 120€.

Mentre spendevo quei soldi pensavo che devo ringraziare i miei genitori perché sono al 90% frutto del loro lavoro (qualcosa riesco a guadagnarla anch’io…). Mi Ci hanno fatto vivere una vita agiata e in fin dei conti mi considero fortunato perché non credo ci sia mai mancato nulla di vitale.

Eppure non è da li che deriva la felicità. E lo dico sia per chi di soldi ne ha tanti… sia per chi non dorme la notte sognandoli.

Non siamo ricchi, sia chiaro… ma senza dubbio in confronto a certe realtà non tanto distanti da noi, mi sento Re Mida.

Eppure, ancora, non è felicità questa.

Così stasera sono un po’ scontento… perché c’è qualcosa che mi manca, e non so più dove trovarla.

Però sono uscito, avevo un giubbotto caldo nuovo nuovo e delle scarpe nuove. Avevo qualche soldo per giocare con gli amici e persino un’auto per riaccompagnarli a casa.

Ma non basta. Perché in realtà… non è questa la fonte della felicità.

Come dice sempre mia madre, i soldi aiutano, ma non sono la felicità. Ed è proprio vero.

Fortunatamente però ormai mi conosco… e so che quando sono molto stanco tendo ad abbattermi, ad iniziare ad esser più nervosetto e pessimista. Per questo, esiste una sola soluzione: farmi una bella dormita.

Avevo voglia di sfogarmi un po’ qui… ma tra 5 minuti sarò sotto le coperte.

L’unica fortuna di stasera è che… domani è Domenica ed ho già voglia di andare a Messa per trovare nuovamente quella gioia nel cuore che va cercata nella Sua Parola.

Buona notte a tutti dunque… adesso vado a sdraiarmi, con un occhio che guarda al peggio e l’altro che aspira al meglio.

Vedrò di risvegliarmi dal lato giusto, se dovessi sbagliare lato, per favore, fatemi dormire ancora.

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

4 commenti » Scrivi un commento

  1. Come lo hai detto tu non ti hanno fatto mancare niente ma sei lo stesso infelice ,invece prova a pensare se non avessi mai avuto quelle cose che ti hanno dato i tuoi genitori e di colpo ti trovi un giubbone nuovo e una macchina saresti felice?
    Vero i soldi non fanno la felicità ma è meglio averli.

  2. E’ meglio averli ma credo che… l’euforia iniziale portata dal ricevere qualcosa di inaspettato tende facilmente a svanire.
    La felicità va cercata altrove… non ci si può convincere di cercarla nelle cose materiali: non può essere acquistata…
    Ciao,
    Emanuele

  3. Dio è ciò che manca in tutto ciò che cerchiamo. È sua la voce che ci dice “ancora, ancora, cerca ancora. Non sei arrivato al massimo ancora, c’è di più. Oltre, oltre, c’è di meglio oltre.” È la Sua voce che ci chiama attraverso OGNI nostro desiderio. Perché è l’Infinito che ci fa percepire che ogni finito non è abbastanza.
    E’una citazione da un altro blog che seguo. Emanuele ciao, grazie del tuo blog, buon anno!

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.