Nuova scheda, nuovi dolori.

Stasera ho iniziato la nuova scheda in palestra… e oltre ad aver iniziato nuovi esercizi, ho anche modificato il tipo di lavoro di alcuni.

Se prima dovevo fare le classiche serie con n ripetizioni, adesso alcuni esercizi sforzeranno un po’ il muscolo e progressivamente aumenterò il peso diminuendo le ripetizioni.

Mi sento in forma… ed è bello rendersene conto. E’ passato appena un mese ed una settimana dall’iscrizione e i passi in avanti sono sorprendenti.

Ricordo la prima settimana in cui riuscire a contare fino a 20 scendendo e salendo su quella panca per gli addominali era uno strazio.

Adesso solitamente faccio per gli addominali alti 4 serie da 50-45-40-30 ripetizioni (si, all’ultima sono morto… :-P) e per quelli bassi 4 serie da 40-35-35-35 e credo che pian piano aumenterò ancora.

I muscoli si sono svegliati… e c’è un’altra bella novità. Durante le prime settimane avevo perso un chiletto mentre adesso sono risalito di due. Quella poca massa grassa sarà andata via ed inizia a farsi avanti qualche etto in più tra i muscoli… 🙂

Speriamo che nei prossimi mesi continui questo andamento… perché sebbene secondo il BMI io risulti ‘ai limiti della normalità’ e non ‘sottopeso’ sarebbe bello raggiungere pian piano il mio peso forma (qualche chiletto più su :-P).

Non fumo, non amo bere, non mangio porcherie… insomma: ho le carte in regola per diventare una mens sana in corpore sano (secondo Giovenale l’uomo non dovrebbe aspirare che a due beni soltanto, la sanità dell’anima e la salute del corpo: queste dovrebbe essere le uniche richieste da volgere alla divinità, che, sottolinea il Poeta, più dell’uomo sa di cosa l’uomo stesso ha bisogno…).

Sogni d’oro,

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

12 commenti » Scrivi un commento

  1. Anche poeta sei…! 🙂
    Io trovavo la palestra un’ottima valvola di sfogo dopo il lavoro… tutti gli “accidenti” che non dicevo lì erano convogliati nei miei esercizi!

  2. Ma no Mavero… non ho fatto diventare una mania il metodo per vincere soldi facilmente, figurati la palestra! 🙂
    Mi piace informarmi, saperne di più e fare le cose bene… ma è difficile che mi lasci influenzare a tal punto! :joy:
    Ciao,
    Emanuele

  3. Francamente penso sia un po’ presto per cambiare scheda dopo un solo mese! Devi ancora risvegliare i muscoli! Io ne riparlerei fra un altro paio di mesi!
    Per quanto riguarda gli addominali, niente di peggio che farne tanti! Se fatti bene (veramente bene), ne bastano 12 per non farti più alzare dal letto il giorno dopo.
    Per l’alimentazione, invece, il trucco é mangiare bene, ma anche tante volte nella giornata. Te lo dice uno che ha perso 13kg in 7 mesi, mangiando tantissimo

  4. Beh la nuova scheda era prevista dopo 4 settimane… probabilmente il primo mese è stato *leggero*.
    Oggi mi sento un po’ indolenzito ma non sono più i dolori della prima settimana.
    Riguardo al peso… io devo prender peso, non perderlo! 😛
    Eppure mangio… e mangio tanto! 😀
    Ciao,
    Emanuele

    PS: ma come li fai 12 addominali letali? 😕

  5. eh, io comincio lunedì, non vedo l’ora.
    Comunque concordo con marco cattaneo, quest’estate facevo ripetizioni per gli addominali tutti i giorni. E solitamente ne facevo 5 da 50 (alti, bassi, laterali etc.), poi un tizio che ho trovato nel parco mi ha spiegato come farli bene, e dopo un paio di ripetizioni da 15 ero distrutto…

    Marco, che tipo di dieta/esercizi hai seguito per perdere tutto quel peso in 7 mesi (devo ottenere qualcosa del genere anch’io)?

  6. Non si tratta di trucchi.
    Si tratta semplicemente di far lavorare bene gli addominali.
    Concentrarsi sui giusti movimenti e sulla respirazione in maniera opportuna.
    Tipo salire quasi di scatto e poi scendere piano, un pò come quando fai pesi col bilanciere…
    non so se mi sono spiegato.
    In questo modo fare ripetizioni da 50 diventa quasi impossibile 😀

  7. Si beh… questo provo a farlo. E’ vero che fatti lentamente diventa difficile resistere a lungo e me ne rendo conto durante le ripetizioni.
    Stasera proverò a farli più lentamente… voglio vedere a quanto arrivo! 😛
    Ciao,
    Emanuele

  8. Ciao Pixel, dato che c’e’ finalmente qualcosa su cui posso dire la mia, intervengo 😛

    Giustissimo cio’ che ha detto Marco: ripetizioni massime per gli addominali 15; bisogna fare movimenti non troppo veloci e soprattutto completi! Io faccio questi:

    Crunch in 3×12, di preparazione piu’ che altro

    Sit Up in 3×15, esercizio principale

    PS: anatomicamente non esistono alti e bassi, il retto addominale e’ un unico muscolo, cliccate sui nomi dei muscoli nelle pagine che ho linkato e vedrete tutto :joy:

  9. Che piacere leggerti qui Ska`… 😉
    Comunque è vero, il retto addominale è un unico muscolo ma per svilupparlo in tutte le sue parti non basta un esercizio solo.
    Il secondo esercizio lo fai a terra come indicato li? Ne parlavo qualche giorno fa con mio fratello… ed effettivamente è molto più pesante rispetto agli addominali fatti con i piedi bloccati.
    Ciao,
    Emanuele

  10. Eheh, si non ci si sente mai! Beh, se usi msn puoi aggiungermi con la mail che ho inserito qui :joy:

    Non basta un esercizio se si usano esercizi incompleti! Il sit up e’ piu’ pesante proprio perche’ e’ un esercizio completo (e’ come se si facessero “alti e bassi” insieme), poi come sempre uno o due complementari di isolamento ci stanno bene, io faccio i cruch prima solo per scaldarmi, ma se arrivi gia’ pronto puoi invertire l’ordine

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.