Quanto chiedere per una prestazione?

Non pensate male… non ho pensato di iniziare a prostituirmi (sebbene da qualche parte stiano legalizzando la cosa con tanto di cartelli stradali…) ma oggi ho fatto una cosa mai fatta prima.

Solitamente quando amici, cugini, parenti e chi più ne ha più ne metta, mi chiedono una mano per sistemare “il piccì”, non mi faccio problemi, non mi tiro indietro e, soprattutto, non chiedo mai un briciolo di ricompensa.

Questa volta è andata diversamente… una signora (sconosciuta) cercava un tecnico ed è finita da me. Le ho chiesto 20€ per formattarle il computer… ma, se da un lato mi sento un po’ a disagio, dall’altro mi chiedo: quanto dovrei chiedere?

Ci lavorerò alcune ore (aggiornamenti, installazioni e via dicendo…) e la luce elettrica che si consuma è la mia. Oltre a quello però c’è il mio tempo… che probabilmente vale molto di più.

Quali sono i prezzi? E’ brutto chieder soldi… mi ci devo abituare?

Emanuele

P.S.: si riparano cucine a gasse! 😎

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

15 commenti » Scrivi un commento

  1. Non è brutto, sicuramente se ci perdi un pomeriggio mentre potresti fare ben altro.
    Io chiederei 50 eurini, e se vogliono la fattura 60 😉

    Poi, per una sciocchezza, ovviamente si fa i gentiluomini!

  2. anche a me sta sul cazzo chieder soldi.
    ma è giusto chiederli.
    il tuo tempo non vale meno di quello degli altri.
    secondo me 20 euro sono pochini.
    vanno bene come base, poi aggiungici qualcosa per te.

  3. A me fare il sistemista, cosa che ho già fatto parecchie volte senza retribuzione, mi mette un ansia da paura. Questo perchè le persone che solitamente non capiscono un H di PC o che ne capiscono poco tendono a (diciamo) “metterti alla prova” e, non comprendendo le difficoltà che magari si possono incontrare per problemi come “driver smarriti” da parte del “cliente” o per problemi riguardanti PC troppo obsoleti (etc.) tendono a mettereti a disagio. Oppure mi da fastidio quando si becca il/la tizio/a che fa troppe domande mentre lavori e non avendo quasi manco l’ABC del computer mi fa entrare in paranoia :x. Io faccio da sistemista quindi solo a mio zio, che essendo un confidente non mi crea disagio ma per il resto della popolazione del mio paese io non faccio più, lavori al PC. Se dovessi fare il sistemista come lavoro potrei aggirare l’ostacolo non facendo servizio a domicilio, che è richiestissimo da tante persone. Avendo il case a casa sono fatti miei come mettere a posto il PC del “cliente”.

    Per riagganciarmi al tuo articolo, posso dirti che se intendi arrotondare la grana a fine mese, 20 euro per un setup completo del PC sono pochini. Io ti consiglio un bel 35/40 eurozzi onesti.

    …e quando sono signore, uno “straordinario” (:love:) (slurppp) non si fa pagare MAI. 😉

    Un salutone dal tuo vecchio amico Nicola 😎

  4. Diverse volte ho rimesso a posto pc di parenti, amici e della mia ragazza. Mai chiesta una lira ( o euro ), al massimo mi hanno dato qualche euro per comprare cd/dvd per fare backup.
    Non so, ma quando mi danno soldi mi da fastidio, mi sento in imbarazzo, quasi in debito.
    Sarà che quando ho un pc in mano sembro un bimbo che corre dietro ad un pallone, felice come non mai, per cui formattare o risistemare una macchina per me è una pura passione, ma non ce la faccio a dire “Mi devi $tot”… pure se dovessero darmi 50 cent.

    Odio in genere ricevere soldi in cambio di qualcosa che faccio, a volte mi viene da pensare “cavolo, poteva spenderli per sè, è meglio se fa così”, per cui rifiuto.

    Il discorso cambia, secondo me, se lo fai di professione, ma non credo sia il tuo caso. Fà come ritieni più giusto, se credi che chiedere qualcosa in cambio di un favore (cosa che io ritengo dignitosa e giusta, in fin dei conti) sia la cosa migliore, perchè non farlo?

  5. Accidenti potresti spiegare come si fa a MisterN che lo fa per lavoro e si trova sempre in difficoltà a farsi pagare , sinceramente se non è una cosa professionate con tanto di fattura etc non chiedo mai soldi ( sistemare siti di amici e conoscenti e PC altrui) del resto non sarei qualificata per farlo… se ci riesci e trovi chi te li da fai bene a chiederli

  6. se decidi di renderti disponibile per qualche intervento saltuario, fatti due conti.
    non credo sia strano vedere esposti 30 euro all’ora all’assistenza di un negozio di informatica.
    Tu, non essendo un negozio e non potendo offrire certe garanzie, chiedi meno.
    Solo manutenzione = 20 €/ora
    Format + programmi ) 25 €/ora

    Ci metti 2 ore ? hai la serata risolta…
    imho eh ! 🙂

  7. A Genova un tecnico costa fino a 80 euro l’ora, più un “diritto di chiamata” variabile, e la gente paga senza battere ciglio. Scende intorno ai 40 euro l’ora se il malcapitato sta già pagando un canone annuale per avere assistenza in convenzione. Se qualcuno mi chiede di dare la solita occhiata veloce che porta via mezza giornata, generalmente sparo gli 80 euro orari, con lo scopo di terrorizzare il rompiscatole e indurlo alla fuga. Normalmente funziona.

  8. Io credo che “arrotondare” occasionalmente non sia brutto… però non volendolo fare come professione, non ho voglia di definire neanche un tariffario preciso “all’ora”.
    Vedo questi ingressi come una sorta di ricompensa per il tempo speso…
    Credo comunque che se succederà ancora, salirò almeno a 30€. 20€ sono giusti giusti… 😛
    Certo che chiedere 40€ l’ora è… cioè… ma veramente esiste gente disposta a pagare tanto?! 😕
    Ciao,
    Emanuele

  9. Non è una questione di faccia tosta.
    Ti dico: molti anni fa risolvevo i problemi agli amici “aggratise”. Poi dagli amici sono passato a risolverli ai “capi degli amici” che, proprio in virtù della mia amicizia con i loro sottoposti, si sentivano in dovere di non pagarmi oppure elargivano delle miserie alla “comprati un gelato”.
    Oltre ai “capi degli amici” sono capitato anche a fare assistenza (a domicilio) per una giornalista che voleva imparare a usare word (abbastanza banale, direi).
    Questa abitava in centro a milano (quasi piazza duomo per capire il tenore di vita) e mi dava 13 mila lire all’ora.
    Notare che impiegavo quasi due ore di solo trasferimento che non mi venivano certo rimborsate.

    Non è quindi una questione di faccia tosta, anzi, è una questione di professionalità. Sei bravo? Fai un lavoro minuzioso e preciso? E allora è giusto che ti paghino l’esperienza e la competenza.
    Non è solo il tempo che investi nella riparazione quello che stai regalando, ma anche il tempo che hai dedicato ad approfondire o imparare quelle tecniche, a mantenerti aggiornato, i sacrifici che hai fatto, etc. Indipendentemente dalla complessità del lavoro.
    Certo poi sta a te e alla tua onestà non chiedere 200 euro per una formattazione.
    Per gli amici sono ancora disposto a regalare il mio tempo, per gli altri no.

    Scusa la prolissità.
    Ciao

    P.S.: Tra l’altro, ti sembrerà paradossale ma nel mondo del lavoro se spari “basso” dai l’idea di uno poco valido. Per tutta una serie di considerazioni e di logiche di mercato.

  10. ankora a chiedere soldi x formattare un pc che vergogna :dogarf: :dogarf: :dogarf: :dogarf: :dogarf: :dogarf:

  11. Io conosco una tipa a cui hanno chiesto ben 80 euro per installare Norton Antivirus…io per formattare tutto e installare i programmi avrei chiesto 100 euro. Troppo pochi 20 !ciao

  12. sono un ragazzo di 38 anni e soffro di depressione cronica.purtroppo ho dovuto abbandonare il lavoro.adesso ho bisogno di medicinali e 2 volte a settimana visita dalo psicologo.purtroppo non ho soldi e chiedo a tutti un piccolo aiutino.il mio conto di banca e (bls 495123)grazie a tutti

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.