Le stelle.

Quando gli occhi brillano con qualche lacrima, basta strizzarli un po’… per far volare via un po’ di luce. Un po’ di stelle. Un po’ di noi.

Sogni dorati,

Emanuele

P.S.: nuvole che passano e scaricano pioggia come sassi…”.

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

4 commenti » Scrivi un commento

  1. scrivo a te perchè sei stato lasciato io l’ho lasciato ma ti assicuro che ha fatto di tutto perchè arrivassi a prendere quella decisione.scrivo a te perche amiamo la musica,canto mozart. scrivo a te anche se abbiamo età differenti ma la malinconia e la ricerca del perchè finisce una storia.prima di addormentarmi qualcuno mi manda cerchietti d’amore e per me sono stelle,polvere di stelle!!!ti sono vicina come l’amre sa essere vicino alla sofferenza

  2. neppure io sono riuscita a soffiarti sugli occhi per evitare che le lacrime scendessero giù per il tuo viso…
    avrei voluto che il tempo si fosse fermato allo stadio del brillio; come quando quegli occhioni luccicano suggerendo che sei emozionato,commosso e incredibilmente gioioso.
    voglio vederti cosi! 😉
    ti abbraccio

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.