Riti secolari.

Mia madre, mia sorella e l’altra mia sorella stanno dividendo “la dote” insieme a Filippo (suo prossimo marito).

Io sono passato, ho dato uno sguardo e mi son sentito indietro di 500 anni. Chissà come erano vissuti questi momenti all’interno di un castello. Immagino la dama seduta accanto al padre… ed il futuro sposo con la famiglia seduti comodamente sopra dei grandi tappeti. Immagino la dote che scorre grazie a delle cortigiane. Immagino anche un pittore… messo di lato, impegnato ad immortalare per l’eternità la scena.

Personalmente, ho offerto a Filippo anche il mio Breil: togliermi mia sorella dalle scatole non ha prezzo. 😎

Chissà… magari un giorno anche questi piccoli riti saranno superati…

Vado a vedermi il moto Gp… sarà il caldo o la fame a farmi immaginare certe cose?! 😀

Cya,

Emanuele

PS: intanto io, di nascosto, una tovaglietta da bidè me la sono presa! 😛

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

3 commenti » Scrivi un commento

  1. Mi sa tanto che la motogp non è stato un gran bell spettacolo…Rossi ormai se ne può stare a casa

  2. Hai proprio ragione… una gara abbastanza noiosa. La moto di Rossi non c’era proprio e lo spettacolo è mancato.
    E’ stata quasi una gara da Formula 1… 😐
    Ciao,
    Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.