I soldi non educano

Leggendo certe notizie, mi rendo conto che è proprio vero… la Classe (con la C maiuscola) non arriva insieme ai soldi.

C’è tanta gente ricca, che fa della sua opulenza (essì, girare con una Bentley, macchina da – almeno – mezzo miliardo, non è neanche una semplice “ricchezza”…) un pretesto per dimenticare che… siamo tutti uguali. Come cantava Daniele Silvestri in “Le cose che abbiamo in comune”, abbiamo due braccia, due mani, due gambe, due piedi…

Per certe persone però non è più il proprio viso, le proprie mani e le proprie gambe che contano… è il proprio nome.

Nella Bibbia, come al solito, ci sono parole eterne… e oggi, ancora una volta, comprendo il significato di “Beati i poveri perché vedranno Dio”.

La cosa più assurda però è che con certi esempi, ci sorprendiamo quando sentiamo di nuovi casi di bullismo nelle scuole…

Ricordate le sigarette di cioccolato di quando eravate piccoli? E i sacchettini con le monete di cioccolato con il viso dei presidenti? I bambini ci imitano… noi, imitavamo “i più grandi“.

Vi invito a riguardare questo video, segnalato tempo fa nel linkblog qui a lato…

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

4 commenti » Scrivi un commento

  1. il viedo è bellissimo e fa pensare..
    bellissima anche la preghiera del post precedente (mi sa che so già a chi inoltrarla :love: )

    Complimenti per il blog

    kumitey

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.