Somewhere over the rainbow…

“Da qualche parte sopra l’arcobaleno
Nel posto più in alto
E i sogni di una volta che sognavi
In una ninna nanna
Da qualche parte sopra l’arcobaleno
Volano uccelli blu
E i sogni che sognavi
I sogni diventano davvero realtà
Un giorno vorrò essere su una stella
Svegliarmi dove le nuvole sono lontane dietro di me
Dove i guai si sciolgono come gocce di limone
Lassù sopra la cima del camino è dove mi troverai

Da qualche parte sopra l’arcobaleno volano uccelli blu
E i sogni che sfidi, oh perché, oh perché non posso (farlo)?
Bene vedo alberi verdi e
Anche rose rosse
Le vedrò sbocciare per me e te
E penso tra me
Che mondo meraviglioso
Bene vedo cieli blu e nuvole bianche
E lo splendore del giorno
Mi piace l’oscurità e penso tra me
Che mondo meraviglioso
I colori dell’arcobaleno così belli nel cielo
Sono anche nei visi della gente che passa
Vedo amici agitare le mani
Stanno dicendo, “piacere di conoscerti”
Loro stanno davvero dicendo “ti voglio bene”
Sento bambini piangere e li vedo crescere
Impareranno molto più di quanto
Noi sapremo
E penso tra me
Che mondo meraviglioso
Un giorno vorrò andare su una stella
Svegliarmi dove le nuvole sono lontane dietro di me
Dove i guai si sciolgono come gocce di limone
Lassù sopra la cima del camino è dove mi troverai
Da qualche parte sopra l’arcobaleno
E i sogni che sfidi, oh perché, oh perché non posso (farlo)?”

(traduzione di “Over the rainbow” di Arlen-Harburg)

Sono un pò triste, ecco tutto.

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.