SONO INCAZZATISSIMO.

E i miei genitori non combinano nulla.
Dove sta scritto che una ragazzina a sedici anni deve essere all’una e mezza di notte chissà dove e non si fa sentire ed è persino irraggiungibile? Dove sta scritto che io debba continuare a cercarla, girando come un cretino per la città?
Questo si chiama rispetto?
D’ora in poi, sono disposto ad alzarle le mani se sgarra.
L’ho scritto, e lo prometto.

NOTTE.

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.