Trepidante attesa.

Direi anche spasmodica. Terrò sicuramente il cellulare incollato alla mano.

Ero con gli scout in pernottamento, sono volato a casa insieme a decine di telefonate. Inutile descrivere il subbuglio interiore. Intanto per ora c’è da aspettare… ma qualcosa si sta muovendo. Qualcosa di sconvolgente.

Mi terranno informato, così tento di riprendere in mano “la solita vita”, indosso nuovamente gli scarponi, il fazzolettone e torno al pernottamento. Così, sudato e confuso.

Pronto a correre nuovamente verso casa.

Emanuele

9 commenti » Scrivi un commento

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.