Spoiler: Chuck – “Chuck vs the truth”.

Avrei voluto presentarvelo un po’ come con The Big Bang Theory… però non ho resistito.

Sono già all’ottava puntata e penso che questa parte sia uno dei momenti più veri e sinceri del telefilm.

Se volete vederlo non leggete oltre, altrimenti… boh, accettate questo post, ma si capirà ben poco.

Chuck: Sarah, hai presente quando pensi di morire, e vedi la tua intera vita passarti davanti in un attimo? Questo e’ esattamente quello che mi e’ successo ieri. Se devo essere sincero, sembrava più una lista.

Una lista di cose che non ho fatto e di cose che non ho avuto l’occasione di dire.

Cosi’, oggi… Oggi voglio iniziare a togliere qualche cosa da quella lista.

E questa e’ la prima cosa che mi sono promesso di fare. Dobbiamo lasciarci.

Sarah: Cosa?

Chuck: Sai, intendo una finta rottura nella nostra presunta relazione. Non ce la faccio più ad andare avanti così.

Più passa il tempo, più continuo ad ingannare la gente facendogli credere che siamo una vera coppia…

Quello che viene ingannato di più sono io.


[Chuck va via, squilla il telefono, Casey, l’agente della CIA chiama Sarah]

Sarah: Si?

Casey: Devo chiedertelo. Quando eri sotto l’effetto del siero hai detto niente che possa comprometterti?

Sarah: Eh… No. Ma se non fossi stata addestrata a resistere al pentathol, avrei potuto farlo…

Avevo solamente voglia di salvarlo anche qui… per tanti e tanti motivi. 🙂

Emanuele

PS: vedetevelo! 🙂

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

2 commenti » Scrivi un commento

  1. Pingback: Chuck, una quasi-spia quasi-ingegnere. - …time is what you make of it…

  2. Pingback: My name is Earl! - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.