Un’altra virgola.

La storia è fatta di tante frasi. Infinite frasi che però in fin dei conti non avranno mai un vero punto. Solo la morte – per certi versi – rappresenta un punto (o quanto meno un punto per la vita terrena…).

Beh, stasera mi sento di dire di aver messo una nuova virgola.

Ad una riunione scout, ho rivisto lei. Abbiamo parlato credo meno di 10 minuti… e mi sono accorto di una bella cosa: eravamo così tesi di stare li che per certi versi entrambi non vedevamo l’ora di tornare alla nostra vita. Inutile dire il contrario…

E’ una cosa bella perché significa che entrambi stiam ritrovando, finalmente, e per strade diverse, quella serenità che tanto desideravamo.

Su una cosa però non sono totalmente d’accordo. E’ vero che il destino lo costruiamo noi… ma è anche vero che esistono disegni molto più grandi di noi.

E’ per questo che io “sto seduto ed aspetto”. Però… mentre aspetto, allo stesso tempo, cerco di vivere la mia vita.

Un orsacchiotto stasera è tornato a casa. A me invece son tornate due foto di quando ero piccolo…

Chissà, forse entrambi ci siam fatti il regalo più bello: quelle cose, in fin dei conti, ci ricordano la nostra infanzia.

Sono tornato a casa felice, anche perché in effetti non sapevo più nulla di lei da oltre un mese ormai. Lei invece mi ha detto di continuare a leggermi.

Il destino è nelle nostre mani, l’ho anche scritto qualche giorno fa… ma non c’è nulla di più spettacolare del sentirsi trasportati da una vita che solo Dio conosce.

Buona notte a tutti e buona notte anche a te… 🙂

Emanuele

PS: chissà quando ti risentirò adesso.

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive con sua moglie in una casa con un ciliegio e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

1 commento » Scrivi un commento

  1. Pingback: Da oggi inizia la battaglia. - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.