Ridimensionamento.

In questi giorni non sono stato occupatissimo, però ho trovato meno voglia di scrivere.

Un paio di settimane fa, una frase mi ha fatto riflettere molto…

Non recitate continuamente le stesse preghiere, come fanno i pagani, che pensano di essere esauditi se parlano molto. Ricordate che il Padre vostro sa esattamente ciò di cui avete bisogno ancor prima che glielo chiediate.

Matteo 6, 7-8

E così, forse anche per questo, mi son reso conto di essere il primo dei pagani che giornalmente pensa di dover chiedere per essere esaudito.

La serenità invece è ben altro.

Ieri sera, sotto la doccia pensavo ai “viaggi nel tempo” che l’uomo da secoli immagina di fare. E io pensavo che sarebbe bello potermi ritrovare – grazie ad uno strumento magico – avanti di alcuni decenni per qualche tempo. Giusto il tempo di “catturare l’esperienza futura”. Per essere in grado di gestire la mia vita ancora meglio di come tenti di fare.

Gli errori li faccio anch’io. Vorrei avere la capacità di “sbagliare meno”.

Spero di trovare quanto prima il tempo di confessarmi come si deve, mi sento sporco dentro.

Riguardo a questo blog… tranquilli che non scompaio, vi avviso solo che non so quanto durerà questa mia confusione interiore.

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

7 commenti » Scrivi un commento

  1. Sai quando ero piccino, 16 anni, durante le vacanze estive i miei genitori mi comprarono una bici da corsa ed iniziai ad andare in giro con un gruppo di adulti e coetanei e alcuni di loro di dissero che quando la bici “ti entra nel sangue” non ne puoi fare più a meno. Purtroppo dopo soli 4 mesi la mollai perché dovevo studiare… non mi è entrata completamente nel sangue ma poco ci è mancato, ho smesso prima.
    Credo che oramai scrivere ti è entrato nel sangue, come è successo a me che ho più di due anni di esperenzia, quindi non mi preoccuperei tanto. 🙂

    Ciao
    Maurizio

  2. Miseriaccia, mi chiedevo che fine avessi fatto?
    Emanuele non trascurare il blog… e poi lo sai è il mio quotidiano. Ti confido un segreto: il tuo è il blog che amo di più tra tutti quelli che ho visitato e che seguo attualmente. Non mi deludere Manuè…

    Ciao

  3. Bello l’esempio che hai fatto Maurizio… e credo che tu abbia ragione.
    Scrivere mi diverte e figurati che per anni ho persino tenuto il blog nascosto, dunque non ricevevo mai commenti. Era solamente una voglia interiore quella che lo faceva andare avanti. 🙂
    Però questo post vuol dire anche tante altre cose…
    Ciao,
    Emanuele
    PS: grazie per gli infiniti complimenti Nicco… tranquillo, barcollo ma non mollo! 😉

  4. ma via,ancora non ti perdoni perchè sbagli?ma tutti sbagliamo,chiediamo,ma che gusto c’è sapere che ci succederà nel futuro?sono storie che ci raccontiamo,il passato e il futuro,entrambi non esistono. rimani qui,non andare via e vivi,vivi,vivi…………….

  5. Ahhh… ecco il “Nicco”
    https://web.archive.org/web/20090330045601/http://www.mandrakeitalia.org:80/userinfo.php?uid=949
    di cui parlavo, ma credo che non siano la stessa persona. 😉

    @Emanuele:
    so che il post voleva dire tante altre cose e sul fatto che vorresti sbagliare meno mi trovi d’accordo, ma credo che quando si cerca di sbagliare meno paradossalmente si sbaglia di più. Quello che mi verrebbe da dire è che bisogna essere se stessi “pienamente”, ma non ne sono sicuro perché credo che ancora non ci riesca.

    Ciao

  6. per tutto c’è il suo momento, un tempo per ogni cosa sotto il cielo:
    Tempo di nascere, tempo di morire,
    Tempo di piantare, tempo di sradicare,
    Tempo di uccidere, tempo di curare,
    tempo di demolire, tempo di costruire,
    tempo di piangere, tempo di ridere,
    tempo di lutto, tempo di allegria,
    tempo di gettare, tempo di raccogliere,
    tempo di abbracciare, tempo di allontanarsi,
    tempo di guadagnare, tempo di perdere,
    tempo di conservare,tempo di gettare,
    tempo di stracciare,tempo di cucire,
    tempo di tacere, tempo di parlare,
    tempo di amare, tempo di odiare,
    tempo di guerra, tempo di PACE
    (Qohèlet 3, 1-8)

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.